Palmi: una tavola rotonda sulla candidatura Unesco della Varia.

0
307

PALMI – La Casa della Cultura di Palmi ospiterà, a partire dalle 17 di domani, una tavola rotonda sul tema:  “Valorizzare e promuovere il patrimonio culturale immateriale della Calabria. Lacandidatura Unesco della Varia di Palmi”.

L’incontro-conferenza è stato promosso dai firmatari della candidatura della Varia di Palmi a Patrimonio dell’Umanità, in sintonia con il Comune di Palmi.

La Rete di associazioni cittadine che appoggiano la candidatura della Varia di Palmi, si è posta come obiettivo febbraio 2013, data in cui le porte dell’Unesco potrebbero spalancarsi e far entrare la festività palmese tra i beni immateriali dell’umanità.

«La “prospettiva Unesco” è una condivisione partita dal popolo, dai cittadini, che chiedevano di essere coinvolti nelle decisioni riguardanti la festa della Varia e le iniziative che ruotano attorno ad essa», ha spiegato Patrizia Nardi, coordinatrice della Rete.

Nel corso di una conferenza stampa presso la Pro Loco di Palmi, è stato spiegato il senso dell’incontro di domani: la divulgazione. E’ infatti importante, in questa fase, diffondere il più possibile il progetto legato alla promozione della candidatura della Rete delle macchine a spalla, della quale fanno parte i Gigli di Nola, i Candelieri di Sassari e la Macchina di Santa Rosa di Viterbo, oltre naturalmente la Varia di Palmi.

La tavola rotonda di domani vedrà la partecipazione, tra gli altri, degli Assessori regionale e provinciale alla Cultura, Mario Caligiuri e Eduardo Lamberti Castronuovo; di Domenico Naccari, consigliere capitolino delegato ai rapporti con le Regioni; di Mirella Marra, direttrice dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria e di Tommaso Rotundo, catalogatore e antropologo dell’Università di Roma.