Colpo alle cosche di San Giorgio e Cittanova

dedite alle estorsioni, a reati in materia di armi e droga e al controllo delle attività economiche del territorio


È in corso dalle prime ore di questa mattina una vasta operazione dell’Arma dei Carabinieri di Reggio Calabria, con il supporto di militari del Comando Provinciale di Bologna e del Gruppo di Aosta,  coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia reggina.

Stanno eseguendo una ordinanza di custodia cautelare a carico di numerose persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso.

Colpite cosche della ‘ndrangheta di San Giorgio Morgeto e Cittanova, con diramazioni nel nord Italia, tutte dedite alle estorsioni, a reati in materia di armi e droga e al controllo delle attività economiche del territorio.  

Dalle indagini è emersa anche una fase di contrapposizione tra la “Locale di San Giorgio Morgeto” e la cosca “Facchineri” di Cittanova, causata dalla volontà dei “Facchineri” di mantenere il predominio nel Comune sangiorgese e in Valle d’Aosta.

I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che il Procuratore di Reggio Calabria, dott. Giovanni Bombardieri, terrà alle ore 10.30 presso il Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria.