Callipo a Gioia: «il porto paga la miopia della classe politica regionale»

0
577

Callipo al PortoGIOIA TAURO – Il candidato alle primarie del centrosinitra per la presidenza della Giunta regionale Gianluca Callipo ha visitato questa mattina il Porto di Gioia Tauro. Il sindaco di Pizzo è stato accompagnato dal commissario dell’Autorità portuale Grimaldi, dal consigliere regionale Naccari Carlizzi, dai sindaci di Rosarno e san Ferdinando, Elisabetta Tripodi e Domenico Madafferi e dall’ex sindaco di Gioia Tauro Renato Bellofiore.

«Recentemente – ha scritto nel primo pomeriggio Callipo su Facebook – il ministro alle Infrastrutture ha sostenuto che in Italia ci sono porti che, per posizione e vocazione, sono strategici per l’economia nazionale ed europea. Tra questi scali ha incluso il porto di Gioia Tauro, quello che più di tutti avrebbe dovuto essere il principale attracco commerciale del Mediterraneo ma che oggi paga a caro prezzo la miopia di una classe politica regionale mai veramente in grado di coglierne le reali potenzialità, né di comprendere l’importanza di investire nelle infrastrutture di collegamento e nel retroporto. Non possiamo consentire – ha aggiunto – che il porto di Gioia continui ad essere solo una grande piattaforma di movimentazione delle merci e che queste, però, per essere lavorate, debbano essere poi trasferite altrove. Occorre dotare il retroporto delle infrastrutture necessarie, a cominciare dalla banda larga per usi aziendali».

Al termine del post il candidato renziano ha riservato una stoccata al suo antagonista Mario Oliverio: «Occorre, in poche parole – ha concluso – maggiore attenzione e responsabilità da parte della classe politica calabrese che ha sottovalutato il ruolo del porto, come dimostra, ad esempio, il fatto che il presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, in qualità di componente del Comitato portuale, non si sia mai presentato alle riunioni, delegando sempre un suo rappresentante. Un esempio lampante della distanza di certa politica dai problemi reali della regione».