HomePoliticaVaria, è polemica sulla nomina dei membri del Comitato

Varia, è polemica sulla nomina dei membri del Comitato

Pubblicato il

La notizia correva in rete da pochi minuti e le polemiche al vetriolo correvano dietro di essa.

La notizia in questione è quella della nomina del nuovo Comitato Varia che si occuperà di organizzare la festa che si svolgerà a Palmi l’ultima domenica d’agosto; le polemiche a traino della notizia, invece, sono nate per via di un’assenza “illustre” tra i componenti del Comitato.

L’assenza è quella del Consigliere regionale Giuseppe Mattiani, palmese, promotore di una legge in Consiglio regionale con cui si punta a istituzionalizzare la festa della Varia, un’opportunità per tutta la comunità che da tempo attende quel salto di qualità che una festa Patrimonio dell’Umanità merita.

Del Comitato fanno parte, tra gli altri, diversi rappresentanti delle istituzioni, della Città metropolitana e della Regione, e sebbene vi sia “posto” – nel Comitato d’onore – per il Presidente della Regione o suo delegato, il nome di Giuseppe Mattiani proprio non compare.

Al «no comment» del sindaco di Palmi, Giuseppe Ranuccio, raggiunto al telefono ieri in serata, ha fatto da contraltare la risposta data con un commento sui social dal presidente del Comitato Varia, Daniele Laface.

Nelle poche righe di commento postato su Facebook – commento poi cancellato dall’utente autore del post polemico – Daniele Laface spiega che «Da ottobre sto cercando di incontrare Giuseppe Mattiani per chiedergli ufficialmente se è interessato a far parte del Comitato d’onore, come ho fatto con altre persone di cui si legge il nome tra le nomine. Il Comitato non è ancora completo e spero di incontrare Mattiani presto per chiedergli di farne parte ufficialmente e attivamente, perché vorrei averlo in primissima fila durante tutti i momenti che comporranno gli eventi di questa grande Varia».

La Varia, festa di tutta la comunità che dovrebbe essere occasione di condivisione di valori e tradizione, momento di conciliazione e di riscoperta di legami con le proprie origini, si è trasformata in terreno fertile per le beghe politiche.

Beghe che con la festa e la tradizione non hanno alcunché da condividere e che dovrebbero essere accantonate in favore di un lavoro costruito con basi forti e condivisione d’intenti, al di là del colore della casacca che si indossa…

Ultimi Articoli

Incendio Poly2Oil, Ranuccio: «L’interrogazione di Furgiuele è frutto di strumentalizzazione politica»

Il sindaco di Palmi difende le scelte fatte nella fase dell'emergenza post incendio, coerenti con il Piano di protezione civile della città

Mare in Calabria, Goletta Verde: «Inquinato il 60% dei punti campionati»

I dati presentati questa mattina al Costa Viola Yacht Club di Palmi. La referente regionale di Legambiente: «Più della metà delle aree attenzionate è risultata compromessa»

Naufragio di Cutro, il gip emette sei avvisi di conclusione indagini

Risultano indagati quattro finanzieri e due militari della guardia costiera

Successo del progetto “Rewilding” del WWF: nasce un cervo italico in Calabria

Successo dell'iniziativa partita nel 2023 in collaborazione tra WWF Italia, Parco delle Sere e Carabinieri forestali

San Ferdinando, il sindaco Gaetano accoglie con favore le nuove opere nel Porto di  Gioia Tauro

Grande soddisfazione per il completamento di due opere  infrastrutturali all'interno del cluster portuale di Gioia Tauro

Ue, Denis Nesci: «La scelta su Von Der Leyen coerente con il risultato del 9 giugno»

L'europarlamentare di Fdi: «Il nostro paese è un interlocutore imprescindibile e necessario in ambito europeo»

Taurianova, Biasi: «Tolleranza zero contro i furti d’acqua»

Il sindaco avvisa i cittadini che sono iniziati controlli a tappeto in tutto il territorio per risalire a eventuali allacci irregolari