Pedà: il welfare è la priorità della Calabria

Il comunicato del consigliere regionale gioiese

Giuseppe Pedà
Giuseppe Pedà

Riceviamo e pubblichiamo:

“Sono sempre più convinto che il Welfare sia una priorità per la Calabria, che, purtroppo, continua ad essere la regione più povera d’Italia. Ecco perché bisogna aumentare notevolmente i fondi a favore dell’assistenza socio-sanitaria ad anziani e diversamente abili e ai bambini disagiati”. Queste le parole del consigliere regionale, Giuseppe Pedà – neo componente della Terza Commissione (Sanità, Attività sociali, culturali e formative) – al termine della seduta di giovedì 5 luglio, durante la quale sono stati ascoltati in audizione amministratori, rappresentanti delle organizzazioni sindacali e, soprattutto, di diverse associazioni del terzo settore.

British Dolce aroma Ape maia Dolce aroma

Nell’ordine, sono intervenuti Gianluca Callipo, presidente ANCI Calabria; Sergio Abramo, sindaco di Catanzaro; Rosetta Alberto, delegata UPI Calabria; Gianni Pensabene, portavoce Forum Terzo Settore Calabria; la CGIL regionale in rappresentanza, anche, di CISL e UIL, Elsa Bonazza; Candida Tucci, presidente regionale Sanità Confapi Calabria; Antonio Maurizio Arci, Legale rappresentante dell’A.I.A.S; I lavori della Commissione presieduta da Michele Mirabello si sono concentrati sulla verifica dello stato di attuazione della riforma Welfare, esaminata sia sotto l’aspetto organizzativo che economico-finanziario e sulle difficoltà di svolgimento delle varie attività che, al di là dell’aspetto burocratico, andrebbero seguite negli ambiti metropolitani come nelle piccole realtà locali.

Trattati anche altri provvedimenti come le proposte di legge sulla realizzazione di un sistema unico integrato di interventi in materia di servizi e politiche sociali; sulla tutela del teatro amatoriale; sul superamento delle discriminazioni basate sull’identità di genere; sulle disposizioni per la qualificazione e il sostegno del lavoro di cura degli assistenti familiari.

Nel corso della seduta, Pedà ha espresso particolare apprezzamento per coloro i quali hanno efficacemente partecipato alla stesura della proposta sul superamento delle discriminazioni, ritenuta “elemento importante e di civiltà. Il testo – ha dichiarato – potrà essere modificato, se necessario, ma sarà motivo di grande soddisfazione poter pervenire ad un voto unanime a favore”.

A margine della sessione, il Consigliere regionale ha rimarcato anche l’importanza di “fare una lotta seria alla dispersione scolastica e, allo stesso tempo, consentire a tutti i bambini di essere studenti uguali garantendo anche ai figli di famiglie con basso reddito i testi scolastici, il materiale didattico ed i viaggi di istruzione, esentandoli anche dal pagare i mezzi per il trasporto pubblico che rappresenta oggi in calabria una seria leva di welfare.

Investire nel Welfare – ha evidenziato – non è solo un atto di grande civiltà e solidarietà ma consente un aumento significativo dell’offerta lavorativa coniugando  servizi ai cittadini, solidarietà e nuove soluzioni occupazionali”.

The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab