Nuovo Ospedale della Piana, il Prefetto di Catania revoca l’interdittiva antimafia alla Tecnis

La notizia è di poche ore fa; accolta la richiesta dell'amministratore Ruperto, ora riparte l'iter

0
1427
ospedale nuovo

ospedale nuovoPALMI – Si torna a parlare di sanità nella Piana ma questa volta per un buon motivo. È infatti arrivata la revoca dell’interdittiva antimafia per la Tecnis, la ditta che si è aggiudicata l’appalto di realizzazione dell’ospedale nuovo della Piana di Gioia Tauro. Il Prefetto Maria Guia Federico ha accolto la richiesta presentata dall’amministratore giudiziario Saverio Ruperto, nominato dopo il sequestro dell’azienda emesso dal Tribunale misure di prevenzione.

Il controllo diretto da parte dello Stato ha quindi consentito di allontanare i possibili sospetti di infiltrazioni mafiose che avevano portato ad emettere l’interdittiva ed a nominare il commissario prefettizio.

«La revoca dei provvedimenti interdittivi antimafia della Prefettura di Catania – ha detto Franco Pacenza, delegato del Presidente Oliverio in materia di sanità – completa il percorso avviato dalla Presidenza della Giunta regionale e dal commissario straordinario della Società “Ospedale della Piana di Gioia Tauro S.C.a.R.L.”, Ruperto, per il superamento della grave situazione di stallo indotta dalle vicende giudiziarie dei mesi scorsi.

Lo sblocco delle procedure per la realizzazione del Nuovo Ospedale della Piana di Gioia Tauro è imminente: il Presidente Oliverio firmerà oggi stesso la richiesta al Prefetto di Reggio Calabria di fissare la data per la sottoscrizione del Protocollo di legalità, che consentirà l’avvio delle attività progettuali».