Mangione è il nuovo presidente di Insieme per Gioia

Il comunicato integrale diffuso dal movimento

Luciano Mangione

Riceviamo e pubblichiamo:

Nel giorno precedente a quello corrente, il Direttivo del movimento politico-culturale “Insieme per Gioia” mi ha designato con unanimità come Presidente del suddetto movimento. Questa comunicazione scritta mi è gradita per porgere i miei più sentiti ringraziamenti a ciascun membro dell’onorando gruppo politico.

Inquieto
Inquieto Inquieto Ape maia Inquieto

Essere stato investito di tale carica simboleggia, per me, il coronamento del sogno di farmi promotore di una fulgida impresa, volta a risollevare le sorti illanguidite del nostro venerabile Paese, avendo contezza di essere costantemente coadiuvato dall’acume e dalla sagacia degli altri componenti.

Il mio compito precipuo sarà equiparabile all’arte della maieutica, di carattere squisitamente socratico.

Solleciterò ogni rispettabilissimo membro a partorire la verità del bene comune, che egli custodisce, in modo latente, dentro di sé. Questo sarà il momento costruttivo del nostro metodo dialogico, permeato da un sodalizio in cui verrà incentivata l’espressione dell’altrui pensiero.  Impreteribile aspetto sarà l’accoglienza del dissenso e il coinvolgimento di qualsivoglia pensiero, disgiungendo dal nostro modus operandi la mera riduzione del pluralismo globale all’ univoco pensiero dominante.

Di seguito sarà illustrato il piano programmatico che verrà espletato durante il periodo della mia presidenza.

Si cercherà di accordare un appuntamento con i parlamentari calabresi affinché venga individuato un decreto funzionale alla città di Gioia Tauro.

Verrà messa in rilievo la valorizzazione del patrimonio artistico della città e delle iniziative che viaggiano sulla medesima direzione.

Verrà effettato un giusto recupero del fiume Petrace per stabilire un percorso naturalistico da collegare alle sorgenti di Gillè. Queste saranno nobilitate e rivalutate per favorire la fruibilità ai visitatori, dato l’immenso valore storico-architettonico.

Impellente sarà la ripresa, per nostra intercessione con il Consiglio comunale, dei lavori del Cimitero cittadino e il movimento si industrierà perché avvenga la realizzazione dell’opera del brillante maestro Carmelo Raco.

Pertanto, la quintessenza del nostro movimento è il bene collettivo e la glorificazione del nostro suolo. In ogni nostra proposta sussisteranno questi nobili requisiti.

                                                                                               Il Presidente

                                                                                          Luciano Mangione