Gioia: terminati i lavori di ristrutturazione alla Pentimalli

0
1113
Uno degli edifici della Pentimalli

GIOIA TAURO – E’ stato firmato questa mattina nella palestra della scuola media Pentimalli di Gioia Tauro il verbale di consegna al comune di alcune opere realizzate all’interno dell’edificio scolastico.

Alla cerimonia sono intervenuti il sindaco Giuseppe Pedà, la preside della Pentimalli, Luisa Vitale, e il preside Ardissone che prima di pensionarsi ha avviato l’iter per ottenere i fondi e far partire i lavori.

I lavori di ristrutturazione (eseguiti dall’azienda Dc edil), finanziati attraverso i Pon 2007 – 2013 – Fesr, per un importo totale di circa 220 mila euro, hanno migliorato la qualità delle infrastrutture, la sicurezza e l’ecosostenibilità dell’edificio e hanno permesso l’abbattimento delle barriere architettoniche.

In particolare sono stati sostituiti gli infissi esterni, è stato messa in sicurezza la scuola, è stato costruito un percorso esterno coperto per collegare i due edifici, le parti deteriorate della facciata sono state rifatte, è stato installato un servo scala per permettere ai disabili di percorrere la gradinata che porta al cortile e sono stati effettuati interventi per i campi di volley e basket.

La docente della scuola Teresa Pulitanò ha seguito da architetto l’iter progettuale dei lavori mentre la direttrice dei servizi generali amministrativi Katia Pugliese ha curato la parte burocratica.

I tecnici che si sono occupati del progetto e della direzione dei lavori sono Giuseppe Tomaselli, Giuseppe Albano, Bruno Arena e Angela Piromalli.

La dirigente scolastica Luisa Vitale ha espresso la propria gioia per essere arrivata alla conclusione dei lavori e per averli consegnati alla città. Ha diviso i meriti con i suoi due predecessori Luciano Ardisosne e Catena Giovanna Moschella per essere stata la prima scuola calabrese ad attingere ai fondi Pon per fare importanti lavori di ristrutturazione.

Luciano Ardissone si è soffermato sull’importanza del mondo della scuola che coinvolge l’intera comunità e si è detto convinto che la scuola funziona bene solo se si lavora in stretta sinergia con le istituzioni.

“Usare i fondi europei per colmare il divario con le scuole del resto di italia è stato davvero importante. – ha esordito il sindaco Pedà – Dobbiamo utilizzare tutti gli strumenti possibili per permettere ai nostri ragazzi di ottenere la stessa formazione dei coetanei che vivono in tutta Europa. Da quando ci siamo insediati lavoriamo senza sosta per lasciare ai nostri figli una città migliore di quella che abbiamo trovato noi”.

Erano presenti in sala anche il vicesindaco Stanganelli, l’assessore Cutrì, il presidente del consiglio comunale Santo Bagalà, il consigliere Cavallaro e Patrizia Dal Torrione, componente e presidente uscente del consiglio di Istituto.

La cerimonia di consegna è stata aperta e chiusa dai ragazzi dell’orchestra della scuola che hanno eseguito due brani sotto la direzione della docente Caterina Genovese.