Gioia: il Severi ha ospitato la festa nazionale dell’alternanza scuola – lavoro

0
2127
L'istituto Severi Guerrisi
L'istituto Severi Guerrisi

GIOIA TAURO – L’auditorium Nicholas Green dell’Istituto Severi di Gioia Tauro ha ospitato la prima festa nazionale dell’Alternanza scuola lavoro.

Il ministero dell’Istruzione ha scelto Gioia Tauro per festeggiare questo importante evento perché il Severi è stata una delle prime scuole in Italia a mettere in piedi il programma dell’alternanza Scuola Lavoro, anticipando di un anno l’entrata in vigore della legge.

L’istituto gioiese lo scorso anno ha permesso a tutti gli alunni delle quarte e delle quinte di effettuare dei percorsi professionali, due giorni alla settimana, all’interno di aziende, enti pubblici, fondazioni, studi professionali, farmacie, onlus ed enti religiosi.

Nel corso della giornata si è svolta la tavola rotonda sul tema “alternanza scuola – lavoro, il modello italiano” e sono stati approfonditi gli aspetti della riforma “la buona scuola” relativi all’alternanza.

Gli studenti e i manager delle aziende che hanno aderito al progetto hanno preso la parola per sottolineare l’importanza e la positività dell’esperienza vissuta lo scorso anno con il progetto dell’alternanza scuola lavoro.

Ospite d’onore della giornata è stato il sottosegretario all’Istruzione Gabriele Toccafondi.

L’esponente del governo Renzi è stato accolto tra gli altri dal sindaco di Gioia Tauro, Giuseppe Pedà, dal presidente della Provincia Giuseppe Raffa, dall’assessore regionale al Lavoro Federica Roccisano e dal padrone di casa, il dirigente scolastico Giuseppe Gelardi.

I lavori sono stati moderati da Enzo Marvaso, coordinatore nazionale del gruppo duale del ministero dell’Istruzione.

Nel corso della giornata l’orchestra di fiati del Liceo musicale di Cinquefrondi, diretta dal maestro Cettina Nicolosi, ha eseguito alcuni brani musicali.

Alcune delle aziende che hanno partecipato al progetto di alternanza scuola lavoro hanno infine allestito diversi stand espositivi nel cortile della scuola.