Gioia: Gli alluvionati da venerdì faranno un presidio permanente alla stazione

GIOIA TAURO (19 luglio 2011) – Gli alluvionati di Gioia Tauro hanno deciso di riunirsi in presidio permanente alla stazione di Gioia Tauro, a partire dalla mattina di venerdì 22 luglio.  La protesta proseguirà fino a quando non riceveranno notizie concrete, in merito al risarcimento dei danni subiti durante l’alluvione dello scorso anno, ma soprattutto fino a quando non ci sarà una data certa per l’inizio dei lavori per la messa in sicurezza del torrente Budello.

La decisione è stata presa nel corso della riunione – a cui hanno partecipato i membri del comitato Fiume e del comitato Valleamena – che si è svolta nel pomeriggio in Piazza Tre Palmenti.

il buon caffè della Piana il buon caffè della Piana il buon caffè della Piana Ape maia

«E’ arrivato il momento di ottenere risposte e soluzioni – ha detto Daniela Crea, presidente del comitato Valleamena – ci sono 282 richieste di risarcimento, non abbiamo intenzione di attendere oltre. Anche perchè i lavori non sono partiti e con l’arrivo dell’autunno il fiume tornerà a essere il nostro incubo quotidiano».

Gli organizzatori hanno invitato le istituzioni e le organizzazioni sindacali a partecipare al presidio, ma soprattutto sperano che siano tanti i cittadini gioiesi pronti a unirsi alla protesta e a solidarizzare con gli alluvionati.

Hanno partecipato all’assemblea il consigliere comunale di maggioranza Antonio Rocco Longobucco e quello di opposizione Santo Bagalà.

Lucio Rodinò