Due milioni e 500 mila euro per riqualificare il Severi di Gioia

0
1002
Gelardi e D'Agostino

GIOIA TAURO – Sono stati assegnati dalla Provincia i lavori di riqualificazione energetica dell’Istituto Severi di Gioia Tauro.
Ad annunciarlo nel corso di una conferenza stampa sono stati il dirigente scolastico Giuseppe Gelardi e il consigliere provinciale Raffaele D’Agostino.

severi2Con i lavori, che costeranno circa due milioni e 500 mila euro, lo storico edificio di via Galluppi, verrà isolato termicamente attraverso l’applicazione di un rivestimento “a cappotto” sulle pareti esterne e di pannelli in polistirene sul solaio. Verranno inoltre sostituite le vecchie finestre e saranno installati infissi a taglio termico.

Gli interventi sono finalizzati a migliorare il comfort dell’ambiente interno e a contenere i consumi di energia.

Ad aggiudicarsi i lavori è stata la ditta Surace costruzione.

“Abbiamo ottenuto un grosso risultato – ha dichiarato D’Agostino – quello del Severi è l’intervento più importante della Provincia. Con un lavoro costante abbiamo destinato a Gioia Tauro i fondi elargiti dalla Regione alla Provincia. Per quanto concerne la scuola ora ci impegneremo per reperire circa 800 mila euro che serviranno per edificare altre 15 aule nella sede di via Galluppi”.

Il preside Gelardi ha espresso soddisfazione per i lavori di riqualificazione energetica e ha colto l’occasione per lanciare un appello al presidente Raffa: “Siamo diventati una scuola di prima fascia, le iscrizioni crescono, quest’anno abbiamo più di mille alunni. E’ necessario che tutto venga programmato in tempo e che già all’inizio dell’estate si trovino le soluzioni più adatte per ospitare al meglio tutti gli studenti”.

Gelardi ha ringraziato D’Agostino per il grande interesse dimostrato verso il Severi e ha infine speso parole di grande elogio nei confronti del commissario prefettizio che guida il comune di Gioia Tauro: “il prefetto Ruberto – ha detto – è riuscito a risolvere al meglio tutti i problemi che gli abbiamo esposto. La scorsa estate in pochi minuti è riuscito ad assegnarci le aule di cui necessitavamo all’interno del Cefris”.