De Gaetano visita l’ospedale di Gioia

0
352
Ierace, De Gaetano e Domenico Cento

de gaetanoGIOIA TAURO – Un sopralluogo al nosocomio gioiese per dire no alla chiusura della struttura ospedaliera è stato effettuato questa mattina dal consigliere regionale Nino De Gaetano.

Dopo aver  visitato l’ospedale di Locri nei giorni scorsi, l’esponente del Pd ha deciso di venire nella città del porto per far fronte ad una situazione sanitaria disastrosa che si protrae ormai da diverso tempo.

La struttura gioiese rischia infatti di non avere vita lunga dopo la delibera firmata dal commissario straordinario dell’Asp di Reggio Calabria Francesco Sarica, che prevede la chiusura degli ospedali con meno di 60 posti letto.

“Con questo decreto è evidente il danneggiamento della provincia di Reggio Calabria a favore delle altre province calabresi, – ha dichiarato De Gaetano – e soprattutto dei privati delle altre province. Trovo assurdo chiudere l’ospedale di Gioia Tauro, – ha aggiunto – quando non c’è una struttura sostitutiva.

L’ospedale nuovo di Palmi infatti non esiste ancora e la gente non saprebbe dove andare a curarsi. Come Partito democratico siamo assolutamente contrari ad una decisione del genere e chiediamo a Sarica di prendere provvedimenti”.

De Gaetano è inoltre intervenuto sulla carenza di personale medico, infermieristico e ausiliare.

“Manca un ricambio generazionale. – ha detto – Se il Piano di rientro ha bloccato il turn over, che si facciano almeno delle assunzioni a tempo determinato. Lo stato di crisi provocato dal centro destra deve cambiare. Faremo di tutto perché l’ospedale di Gioia venga potenziato e mantenuto”.

L’esponente del Pd era accompagnato da Mimmo Cento e Francesco Ierace, membri del direttivo provinciale del Pd.

Eva Saltalamacchia