Palmi, i 5 Stelle incontrano il sindaco Giovanni Barone

0
488
Palazzo San Nicola a Palmi

Immagine-scalette-ulivarellaPALMI – Una delegazione di attivisti del M5S Palmi ha incontrato il sindaco Giovanni Barone e l’assessore all’ambiente Giuseppe Isola. Vecchi e nuovi temi sono stati affrontati, nel tentativo di migliorare alcune criticità cittadine, offrendo spunti, ma anche denunciando alcune situazioni che potevano e dovevano essere meglio gestite dall’amministrazione. Si è discusso di tematiche riguardanti il Turismo, la Sanità e l’Ambiente.

«Durante l’incontro – si legge in una nota dei penta stellati – abbiamo evidenziato come alla Tonnara, con particolare riferimento all’Ulivarella, spiaggia simbolo di Palmi, le situazioni di criticità sono rimaste pressoché immutate rispetto agli anni precedenti. Le passerelle di accesso agevolato alla spiaggia per disabili, destinate anche a famiglie con passeggini, non sono state ancora realizzate in modo adeguato, nonostante risultino tutt’oggi a disposizione dell’amministrazione, come lo stesso Sindaco ci ha confermato, 5mila euro, stanziati dalla Provincia di Reggio Calabria proprio per l’acquisto di rampe e passerelle utili a migliorare l’accessibilità alle spiagge».

Si tratta di «un progetto (pressoché a costo zero), che intendeva quantomeno “tamponare” questa carenza di strutture, è stato da noi presentato all’amministrazione già lo scorso anno – unitamente ad altre richieste e proposte – che avrebbero notevolmente migliorato la qualità dei servizi e l’estetica delle spiagge pubbliche della Tonnara. Ieri come oggi, nulla o quasi è stato fatto, nonostante l’impegno che si era assunto con noi, nell’incontro del 2013, l’assessore Saletta, il quale ci aveva assicurato che i fondi stanziati dalla Provincia sarebbero stati utilizzati per gli scopi ad essi destinati. Quest’anno tutto ci saremmo aspettati, tranne di dover ridiscutere lo stesso tema».

Il sindaco Barone comunque ha assicurato che passati 15 giorni, a decorrere dall’incontro, la situazione verrà parzialmente risolta, almeno per quello che concerne le condizioni di accessibilità alle spiagge per i disabili.

«Durante lo stesso incontro – prosegue la nota – abbiamo altresì informato il primo cittadino di Palmi, che una delegazione di attivisti del M5S palmese, ha incontrato in questi mesi il sindaco Oliveri di Melicuccà e il sindaco Piccolo di Seminara, al fine di individuare possibili risorse da porre in comune con il territorio di Palmi per potenziare l’offerta sanitaria di zona. È infatti sotto gli occhi di tutti, che questa parte della Piana è priva di servizi sanitari essenziali (e non solo purtroppo), e nello specifico, scarsamente attrezzata per il pronto intervento. Venendo a conoscenza che è nella disponibilità del Comune di Melicuccà, custodita nei garage dello stesso comune, un’unità mobile nuova, attrezzata, perfettamente funzionante e mai utilizzata, abbiamo proposto la nostra idea al sindaco che custodiva il mezzo. Ossia, “facciamo rete”, efficientiamo le risorse a disposizione delle singole comunità territoriali e mettiamole in comune a beneficio dell’intero comprensorio. In quest’ottica ci siamo così attivati e nell’incontro presso il Comune di Palmi, abbiamo fatto presente al sindaco Barone, che gli amministratori di Melicuccà e Seminara hanno dato piena disponibilità a discutere, con il primo cittadino della nostra città, riguardo possibili soluzioni sul come utilizzare al meglio questa importantissima risorsa. Avendo lo stesso sindaco Barone, dimostrato piena disponibilità ad incontrare i suoi omologhi di Melicuccà e Seminara, si passerà ora a costituire un tavolo di lavoro, dove i tre sindaci dovranno individuare la migliore soluzione per l’utilizzazione dell’importantissima risorsa. Ci siamo incaricati ad organizzare l’incontro e a breve contatteremo i vari sindaci per definire il tutto».

L’ultimo argomento di cui il gruppo ha discusso è stato l’ambiente e le palme, tornando su un tema già denunciato nei Immagine-palmamesi scorsi dal gruppo a 5 stelle palmese. «Altra problematica, questa, che poteva e doveva essere meglio gestita, come ribadito durante l’incontro. Si è fatto presente che ad oggi, l’ordinanza n. 176/13, emanata dal sindaco al fine di fronteggiare il punteruolo rosso, non è stata pienamente rispettata. Il caso emblematico fornito all’Assessore all’Ambiente, a testimonianza di quanto sostenuto, è quello delle numerose palme presenti in località Stazione, fortemente compromesse, forse irrimediabilmente, dall’infestazione da punteruolo rosso. L’assessore Isola, su sollecitazione degli attivisti, si è reso disponibile ad intervenire con maggiore determinazione, impegnandosi da subito ad attivarsi per incalzare i proprietari di palme colpite dal coleottero, ad eseguire la dovuta profilassi come descritto nella citata ordinanza. Facciamo presente che oltre al danno ambientale, ci sarebbe un danno economico e di immagine, se altre palme dovessero morire. Nei prossimi giorni chiederemo nuovamente che tipo di operazioni si sono effettuate per fronteggiare il problema».