Traffico internazionale di droga: perquisizioni a tappeto in diverse Regioni

0
491

ROMA – Dall’alba i carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma stanno eseguendo arresti, perquisizioni e sequestri nelle regioni Calabria, Lombardia, Emilia Romagna, Sicilia, Puglia e Lazio nei confronti  dei componenti di una ramificata e agguerrita organizzazione criminale riconducibile alla ‘ndrangheta calabrese, responsabile dell’importazione di ingenti carichi di cocaina dal Sudamerica, approvvigionati direttamente dai cartelli colombiani produttori dello stupefacente.

Sono 30 le persone destinatarie di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP presso il Tribunale di Roma per associazione per delinquere e traffico internazionale di sostanze stupefacenti, e 2.200 i chili di cocaina sequestrati nei porti di Gioia Tauro e Livorno.

Il gruppo criminale introduceva la droga in Italia occultandola in container con merce legale, trasportati dal Sudamerica da navi mercantili per conto di ditte di import-export costituite ad hoc. Nel corso dell’indagine, in pochi mesi, i militari del Nucleo Investigativo di via in Selci hanno intercettato due container inviati dall’organizzazione criminale, sequestrando 2.200 kg di cocaina nei porti di Gioia Tauro e Livorno; altri 400 erano stati sequestrati dalla Polizia colombiana a Bogota’.