HomeCronacaRosarno: Ferito il nipote di Giuseppe Bellocco

Rosarno: Ferito il nipote di Giuseppe Bellocco

Pubblicato il

ROSARNO – Ieri intorno alle 18 è stato ferito a Rosarno Giovanni Nocera, il nipote di Giuseppe Bellocco considerato dagli inquirenti il boss dell’omonima cosca.

L’uomo, un commerciante di 33 anni, si è recato in serata all’ospedale di Polistena, con una ferita da arma da fuoco alla coscia. Dopo i primi soccorsi Nocera è stato trasferito a Reggio Calabria, le sue condizioni non sono gravi.

L’uomo ha raccontato di aver sentito un forte bruciore alla gamba e di essersi reso conto di perdere molto sangue mentre camminava in via Nazionale a Rosarno. Avrebbe a quel punto ricevuto i primi soccorsi da un passante che lo avrebbe accompagnato in ospedale.

Gli agenti del commissariato di Polizia di Gioia Tauro si sono immediatamente recati sul posto dove sarebbe avvenuto il ferimento per verificare la presenza di macchie di sangue o di altri elementi che potessero confermare la versione di Nocera.

Le indagini sull’accaduto sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Palmi, Antonio D’Amato.

Nocera ha precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio.

Lucio Rodinò

Ultimi Articoli

Massiva attività di estorsione e assenza di denunce: così la ‘ndrangheta si è presa il territorio

Le parole del procuratore capo di Catanzaro Gratteri, e del Prefetto Messina descrivono una realtà drammatica che inquina fortemente l'economia

Cittanova, al Gentile in scena “Ditegli sempre di sì” di Eduardo De Filippo

In scena martedì 31 gennaio per la XIX Stagione Teatrale

Facoltà di Medicina a Reggio Calabria, riunito il tavolo istituzionale per l’avvio del percorso

Presenti i rappresentanti della Città Metropolitana, del Comune, della Camera di Commercio, dell'Ordine dei Medici e dell'Università Mediterranea.

Nei guai l’ex dirigente della Regione Pasquale Anastasi. L’accusa è di traffico illecito di influenze

Ai domiciliari anche un altro dirigente della Regione, Rodolfo Bova

Massiva attività di estorsione e assenza di denunce: così la ‘ndrangheta si è presa il territorio

Le parole del procuratore capo di Catanzaro Gratteri, e del Prefetto Messina descrivono una realtà drammatica che inquina fortemente l'economia

Nei guai l’ex dirigente della Regione Pasquale Anastasi. L’accusa è di traffico illecito di influenze

Ai domiciliari anche un altro dirigente della Regione, Rodolfo Bova