“Sigillo di garanzia” per il pane rosarnese

0
483

Il sindaco di Rosarno

ROSARNO (16 luglio 2011) – Operazione “Pane Sicuro”: un “sigillo di garanzia” indicherà la correttezza produttiva ed igienica del pane venduto nella cittadina medmea. Gli incontri avvenuti nell’arco degli ultimi mesi tra amministratori cittadini, panificatori e Confesercenti hanno portato alla creazione di un protocollo d’intesa. Elisabetta Tripodi, sindaco di Rosarno e Michele Brilli, assessore alle attività produttive, hanno pensato ad una “carta dei valori”  per la salvaguardia sia dei commercianti che dei cittadini. «Negli ultimi due mesi la lotta all’abusivismo è stata portata avanti con particolare intensità – ha commentato la Tripodi – sia grazie ai tempestivi comunicati informativi indirizzati, dall’ente comunale, alla cittadinanza, sia attraverso l’impegno dei vigili provinciali, distaccati in città, impegnati nel controllo del territorio».

Anche i panificatori dovranno però seguire alcuni obblighi, se decideranno di aderire al protocollo «dichiarando al comune di produrre il pane secondo metodologie igienicamente controllate, ed attraverso l’impiego di personale regolarmente assunto e retribuito.

Michele Brilli

Dovranno essere indicati i luoghi di vendita e di produzione in cui vorranno esporre gli adesivi dell’Ente comunale in cui si attesterà che la produzione del pane è sicura e legale».  Si punta quindi sulla trasparenza, «affinchè sia data una maggiore importanza all’informazione sui rischi delle produzioni abusive – ha aggiunto Brilli – delle quali non si conosce la correttezza igienica impiegata durante il ciclo di produzione»

Francesco Comandè