Sequestrati 161 chili di canapa indiana. Un arresto a Laureana

0
1774
La marijuana sequestrata

GIOIA TAURO – Il 57enne Raffaele De Masi di Laureana di Borrello è stato arrestato nei giorni scorsi con l’accusa di coltivazione, produzione, detenzione ai fini di spaccio e trasporto di un ingente quantitativo di droga.

Il suo arresto è arrivato al termine di una brillante operazione portata avanti dai carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro, diretta dal capitano Cinnirella, in collaborazione con i colleghi della Compagnia di Serra San Bruno e dei Cacciatori del Goc di Vibo Valentia.

Tutto è iniziato la notte del 6 ottobre, quando durante un controllo una pattuglia ha avvistato un Wolkswagen Transporter con targa svizzera, fermo in una zona impervia in mezzo a due casolari di campagna nel comune di Monsoreto.

I due carabinieri che si sono avvicinati per controllare il furgoncino, hanno visto due individui scappare nella fitta boscaglia. I militari hanno rincorso i fuggitivi e hanno chiesto rinforzi.

Sui sedili posteriori del Transporter sono stati trovati 161 chili di marijuana all’interno di 15 sacchi di juta.

Le ricerche sono state intensificate ed i militari hanno effettuato diversi rastrellamenti e alcune perquisizioni che hanno portato alle prime luci dell’alba all’individuazione di Raffaele Demasi. L’uomo era in un appartamento a Laureana di Borrello insieme a una donna rumena.

I carabinieri hanno sequestrato nella masseria dell’uomo in contrada Misimizzi a San Pietro di Caridà, alcuni attrezzi utilizzati per produrre e confezionare grosse quantità di canapa indiana.

Demasi, già noto alle forze di polizia per reati della stessa natura, è stato trasferito all’interno del carcere di Palmi.

L’arrivo dei carabinieri a Monsoreto ha probabilmente interrotto uno scambio di droga che stava avvenendo in un territorio di confine tra la provincia di Reggio e quella di Vibo. Per questo gli inquirenti stanno approfondendo diverse piste investigative che possano portare all’individuazione degli altri soggetti coinvolti.