Rifiuti a Gioia: la nota di Cittadinanzattiva

0
840

Riceviamo e pubblichiamo:

Cittadinanzattiva Calabria e l’Assemblea territoriale di Gioia Tauro invitano il Commissario di Gioia Tauro a risolvere la situazione ormai insostenibile dell’abbandono dei rifiuti che si è creata dopo la cessazione della raccolta porta a porta.

Le segnalazioni dei cittadini hanno finora evidenziato che è stato interrotto il servizio di raccolta differenziata porta a porta;
molti cittadini, inconsciamente, continuano ad abbandonare rifiuti, e qualcuno addirittura ad incendiarli, pensando di risolvere così il problema.; in città ormai si è creata una situazione insostenibile dal punto di vista igienico-sanitario; il servizio di raccolta domiciliare praticamente è stato sospeso per motivi tecnici, con notevoli disagi soprattutto per gli anziani che non hanno possibilità di recarsi all’Isola Ecologica.

Analisi dell’Osservatorio di Cittadinanzattiva sui costi di gestione dei rifiuti: aumento medio nazionale del 3,6%. Spese maggiori al Sud: in Calabria aumento del 4 % rispetto al 2013.

A questo danno aggiungiamo anche la beffa dei maggiori costi per i rifiuti urbani. Infatti in Calabria la tassa annuale sulla gestione dei rifiuti urbani ammonta a 306 rispetto ai 290 di media nazionale. In testa Reggio Calabria (€ 526), segue Crotone (€ 300) e Catanzaro con i suoi 264 euro. I dati sono il frutto dell’indagine dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, che per il settimo anno consecutivo eroga un’esaustiva panoramica dei costi sostenuti dai cittadini italiani per lo smaltimento dei rifiuti, prendendo come riferimento una famiglia tipo composta da 3 persone, con un reddito lordo complessivo di 44.200 euro ed una casa di proprietà di 100 metri quadri.

“Questi dati purtroppo certificano come i cittadini calabresi siano costretti a pagare più di altri in cambio di servizi non adeguati ai costi sostenuti. Chiediamo ora un intervento urgente da parte del Commissario del Comune di Gioia Tauro al fine di porre rimedio a tale situazione non più sostenibile da parte dei cittadini gioiesi.” Questo il commento di Elio Rosati Commissario regionale di Cittadinanzattiva Calabria.