HomeCronacaPalmi, nuova udienza del processo All Inside

Palmi, nuova udienza del processo All Inside

Pubblicato il

PALMI – Inizierà tra poco più di un’ora la nuova udienza del processo “All Inside”, celebrato dinanzi al Tribunale penale di Palmi, contro la cosca rosarnese dei Pesce.

Questa mattina terminerà il contro esame del maresciallo del Gico di Catanzaro, Antonio Donato, teste citato dalla pubblica accusa, il Pm della Dda di Reggio Calabria  Alessandra Cerreti, e si passerà all’esame di un nuovo teste, un altro maresciallo della Guardia di Finanza.

Ma l’udienza di oggi potrebbe riservare spunti interessanti per via della documentazione nuova che la Cerreti, titolare dell’inchiesta, nel corso dell’udienza di martedì scorso, ha chiesto di depositare presso il Tribunale, da acquisire come nuovi atti processuali, e che la presidente della Corte, Concettina Epifanio, si è riservata di valutare proprio quest’oggi, in seguito ai diversi rilievi sollevati dai legali degli imputati.

Sempre martedì, il Pm ha depositato quattro nuove lettere ricevute in carcere dalla collaboratrice di giustizia Giuseppina Pesce, scritte dal marito, da una delle figlie e dal cognato, ed i verbali dei colloqui avuti in carcere lo scorso 27 settembre, lettere che la Cerreti ha definito “piene di pressioni e minacce, lettere che toccano la donna negli affetti più cari”.

Viviana Minasi

Ultimi Articoli

Volley, l’OmiFer attende la Capitale nella bolgia del PalaSurace

Domani la squadra di mister Radici sfiderà in casa la SMI Roma

Al Teatro Gentile di Cittanova in scena Tosca d’Aquino e Giampiero Ingrassia

Il 9 febbraio appuntamento con "Amori e sapori nelle cucine del Gattopardo"

Reggio, domani la presentazione di “Guida all’Aspromonte misterioso”

Edito da Rubettino, è stato scritto da Giuseppe Battaglia e Alfonso Picone Chiodo

Commerciante derubata nel parcheggio di un centro commerciale di Taurianova: arrestato uno dei 2 responsabili

Alla vittima erano stati sottratti 500 euro in contanti, documenti ed effetti personali

‘Ndrangheta, chiuse le indagini sulla prima “locale” romana: 67 a rischio processo

A capo del gruppo criminale ci sarebbero Antonio Carzo e Vincenzo Alvaro, appartenenti a storiche famiglie di 'ndrangheta di Cosoleto