Palmi, i dipendenti Crai si preparano alla protesta

0
1040

PALMI (23 settembre 2011) – A partire dalle 8 di questa mattina, sette dipendenti del supermercato CRAI di Palmi sciopereranno in segno di protesta. Lamentano notevoli ritardi nei pagamenti da parte dei gestori del centro commerciale presso il quale prestano servizio, nonché difficili condizioni di lavoro: continue vessazioni, ricatti, minacce di licenziamento in caso di iscrizione ai sindacati, ore di straordinario non retribuite.

Sono solo sette i lavoratori che hanno deciso di aderire allo sciopero, un numero esiguo se si considerano i tanti dipendenti del supermercato, ma comunque un buon inizio per tentare di buttare giù il muro del silenzio e far valere i propri diritti di lavoratore.

Ai messaggi di solidarietà e vicinanza giunti ai lavoratori nei giorni scorsi, si è aggiunta la nota del Partito Democratico e dei Giovani Democratici di Palmi.

Si legge nel documento: “Il Partito Democratico ed i Giovani democratici di Palmi esprimono la loro solidarietà ai lavoratori del supermercato Crai-Le Palme ed alla battaglia da loro condotta a tutela dei diritti costituzionalmente garantiti.

Invitano, all’uopo, iscritti e simpatizzanti a partecipare al “Sit in” promosso dalla FILCAMS-CGIL che si svolgerà all’ingresso dell’anzidetto supermercato, in via Carbone, a partire dalle ore 8.00.

Questa iniziativa si inserisce in un più amplio contesto di tutela dell’occupazione e dei diritti dei lavoratori, ritenuta prioritaria, dalle organizzazioni scriventi, specie in un territorio, come quello calabrese, martoriato dalla disoccupazione e da una preoccupante “Cinesizzazione” dei diritti “.

Viviana Minasi