HomeCronacaOperazione "Hermano": i nomi delle persone coinvolte nella maxi operazione dei carabinieri

Operazione “Hermano”: i nomi delle persone coinvolte nella maxi operazione dei carabinieri

Pubblicato il

Erano in contatto con narcos peruviani le 19 persone arrestate, sette in carcere e 12 ai domiciliari, nell’ambito dell’operazione “Hermano” condotta dai carabinieri di Taurianova con il coordinamento della Dda di Reggio Calabria.

Tra i destinatari del provvedimento di arresto emesso dal Gip Giovanna Sergi, c’è Carmelo Bonfiglio, di 42 anni, ritenuto uno dei promotori e organizzatori dell’associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga. Stando all’indagine Bonfiglio teneva i contatti con i fornitori spagnoli e albanesi. Ma soprattutto con i peruviani.

Con questi ultimi produttori di cocaina, infatti, secondo la Dda, gli arrestati avrebbero goduto di rapporti privilegiati grazie ai quali erano in grado di acquistare partite di droga a prezzi concorrenziali: 32mila euro al chilo a fronte di un prezzo di mercato che va dai 35 ai 40mila euro.

Sono 56 gli indagati dell’inchiesta partita nel dicembre 2017 dopo un arresto per durante un controllo di polizia. All’epoca, infatti, all’interno di un auto, i carabinieri trovarono 3 chili e 400 grammi di infiorescenze di cannabis indica essiccata. Da quel sequestro, si è risaliti prima a Palmiro Cannatà e poi a Carmelo Bonfiglio riuscendo così a ricostruire la filiera della droga, ma anche a delineare la struttura della consorteria criminale capace di gestire i traffici di marijuana, hashish e cocaina. È emerso che gli arrestati riuscivano a importare in Italia ingenti partite di droga.

I carichi venivano nascosti in “scomparti segreti” dall’interno dei veicoli utilizzati per il trasporto nelle principali città italiane, tra cui Milano e Roma. Lì lo stupefacente veniva suddiviso in dosi e smerciato

I nomi degli arrestati

In carcere:

  • Carmelo Bonfiglio classe ’80, Polistena
  • Rocco Camillò classe ’78, San Giorgio Morgeto
  • Antonio Pedullà classe ’86, Caraffa del Bianco
  • Diego Giovinazzo classe ’76 Polistena, residente a Verona
  • Mohamed Amin El Harkati classe ’89 residente in Spagna
  • Sanò Salvatore classe ’62, Polistena
  • Palmiro Cannatà classe ’60, Polistena
  • Stefano Marzano classe ’72 Locri, residente a Parma
  • Damiano Veneziano classe ’89 Catanzaro

    Ai domiciliari:
  • Riccardo Ierace classe ’88, Cinquefrondi
  • Gioacchino Marco Molè classe ’92, Gioia Tauro
  • Antonio De Luca classe ’52, Caulonia
  • Antonio Zangari classe ’59, Sant’Agata del Bianco
  • Francesco Macrillò classe ’58, Isola Capo Rizzuto
  • Antonio Ranieli classe ’51, San Calogero
  • Francesco La Cognata, classe ’78, residente provincia di Milano
  • Maurizio Scicchitani, classe ’67, già detenuto
  • Gino Carlo Melziade
  • Oscar Bruno Bacigalupo Lobaton
  • Donato Melziade
  • Endri Dalipaj 

Ultimi Articoli

Gioia Tauro, arte e tradizioni di famiglia all’inaugurazione di “Forme e Colori”

Tra i numerosi artisti in esposizione, tre di loro sono accomunati da un legame speciale

Cgil, domani a Melicucco l’inaugurazione della sede dello Spi

Marino: «Vogliamo essere più vicini ai territori e alle persone che hanno bisogno di assistenza»

Nasce il Comitato dei festival tematici sostenibili. Tra i fondatori il calabrese Davide Manganaro

Cinetour è stato fondato a Istanbul il 24 novembre scorso

Porti, tasse d’ancoraggio ridotte a sostegno dei traffici portuali

L'obiettivo è di mantenere il primato nazionale di Gioia Tauro nel settore del transhipment. 

Eseguito un mandato di arresto europeo in Grecia per un 32enne ricercato nel Reggino

L'uomo è accusato anche di tentato omicidio nei confronti di un 59enne di Melito Porto Salvo

Uccisero in carcere un educatore, adesso uno degli imputati vuole patteggiare

Si tratta di Vittorio Foschini, coinvolto nell'inchiesta di 'ndrangheta "Wall Street"