Operazione “Geolja” contro la ‘ndrangheta: 12 misure cautelari nella Piana di Gioia Tauro

L'operazione, coordinata dalla Dda reggina, è avvenuta fra Gioia Tauro e Milano. Fra le accuse anche quella di associazione mafiosa

0
200

Questa mattina, alle prime luci dell’alba, a Gioia Tauro e Milano, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, nell’ambito dell’operazione denominata “GEOLJA”, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione di misure cautelari, emessa dal Tribunale del capoluogo – sezione GIP – nei confronti di 12 persone, ritenute responsabili a vario titolo ed in concorso tra loro, di associazione a delinquere di tipo mafioso, trasferimento fraudolento di valori e illecita concorrenza con minaccia o violenza con l’aggravante dell’utilizzo del metodo mafioso.



I dettagli saranno resi noti durante una conferenza stampa (da remoto) che si terrà alle ore 11,00 a cura del Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria tenuta dal Procuratore della Repubblica aggiunto Calogero Gaetano Paci, dal Comandante Provinciale, Col. Marco Guerrini e dagli Ufficiali che hanno diretto le indagini.