Omicidio Battaglia: il Pm chiede 16 anni di reclusione per il minorenne che sparò.

0
804

TAURIANOVA – Il Pubblico ministero della Procura dei minori di Reggio Calabria Francesca Stilla, al termine della requisitoria del processo celebrato con rito abbreviato, ha chiesto 16 anni di carcere per Giacomo S, il giovane di 15 anni che lo scorso 15 febbraio ha ucciso a colpi d’arma da fuoco Tony Battaglia, proprietario del bar Las Vegas di Taurianova.

La difesa del ragazzo, rappresentata dai legali Clara e Armando Veneto, al termine della requisitoria del Pubblico ministero ha chiesto il proscioglimento per vizio di mente sulla base della perizia ordinata dal Tribunale in subordine, ed il riconoscimento del vizio parziale di mente, con prevalenza delle attenuante sull’aggravante dei futili motivi, nonché la condanna al minimo della pena.

Il 21 dicembre prossimo si terrà l’arringa del legale Armando Veneto ed al termine il giudice pronuncerà la sentenza.

Stando alla ricostruzione dei fatti, Battaglia  fu ucciso dal minorenne dopo che il titolare gli aveva chiesto di saldare il suo debito di  20 euro; il ragazzo sparò con una pistola calibro 6.35 colpendo Battaglia  alla testa, provocandogli danni cerebrali irreversibili.

Il giovane è fuggito subito dopo aver esploso il colpo contro Battaglia, ma nelle ore successive si era costituito alla Polizia.