Gioia, la nota del Pd sullo scioglimento

Secondo i dem lo scioglimento per accertati condizionamenti dell’attività amministrativa, da parte della criminalità organizzata nel Comune di Gioia Tauro è un fatto gravissimo"

0
1170
Il comune di Gioia Tauro

Riceviamo e pubblichiamo:
Lo scioglimento “per accertati condizionamenti dell’attività amministrativa, da parte della criminalità organizzata” nel Comune di Gioia Tauro è un fatto gravissimo.

La condizione di responsabilità di chi ha determinato questa estrema applicazione da parte del Consiglio dei Ministri, unitamente ad altri tre Comuni, di cui due in Calabria e uno in Campania, deve essere di monito per la sottocultura mafiosa e per i disonesti.

Atti che sono ancora più gravi quando questo avviene all’interno dei Palazzi Pubblici

Ciò deve servire a fare chiarezza per
riscoprire i valori della legalità e rispondere, con forza e determinazione, al grande fronte degli onesti e di chi subisce ingiustizie e prevaricazioni.

Il Circolo del P.D. di Gioia Tauro, nel suo insieme, aveva fortemente voluto dare piena visibilità e condivisione politica di rinascita della Democrazia sul suo territorio , assumendo l’impegno Politico della propria rappresentanza alla competizione elettorale.

Per questo motivo, oggi, vogliamo esprimere un dovuto e particolare
ringraziamento al Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, al
Presidente del Consiglio Regionale, Nicola Irto e al Consigliere Capo Gruppo del PD regionale, Seby Romeo, per la fiducia riposta al gruppo degli iscritti del Circolo di Gioia Tauro, che sotto la Dirigenza Provinciale di Gianni Puccio e del Coordinatore Franco Morano, avevano con tenacia e stima, creato le condizioni per la preparazione della lista del Partito Democratico, a seguito dell’assemblea degli iscritti che aveva individuato nel compagno Giuseppe Romeo il candidato Sindaco. Un ulteriore ringraziamento va a chi, credendo in questi valori , dall’esterno aveva preparato una seconda
lista “ Romeo Sindaco”.

Come P.D. abbiamo iniziato una nuova stagione di politica territoriale, che non si arresta. Non lasceremo Gioia Tauro allo stato di abbandono in cui oggi versa.

Non abdicheremo al nostro ruolo politico , motivato da forte senso civico, in questo momento di criticità che la città sta vivendo.

Saremo vicini alla città fungendo da cerniera e da interlocutore con il Governo centrale , la Regione e la Città Metropolitana.

Dalle macerie di oggi il Partito Democratico riparte, forte e
coeso, facendo sentire la propria voce.
Perché l’impegno collaborativo e di controllo, sulla nuova gestione commissariale, per il bene della nostra comunità, sarà costante e costruttivo.

Il Circolo del Partito Democratico di
Gioia Tauro.