HomeSocietàAntonio Orso nella storia di Gioia Tauro

Antonio Orso nella storia di Gioia Tauro

Pubblicato il

L’intitolazione al professore Antonio Orso della biblioteca comunale di Gioia Tauro ha suscitato in me il ricordo degli anni di insegnamento che ho passato insieme con lui nella scuola elementare Tre Palmenti di Gioia Tauro.

Di Antonio Orso si possono ricordare tante cose, in base alle sue esperienze didattiche, ai suoi studi, alle passioni che hanno caratterizzato la sua personalità, il suo lavoro, la sua vita.

Due sono le cose che mi hanno colpito particolarmente all’arrivo nella nuova sede: la passione per le ricerche scientifiche (che lo portavano a presentare agli alunni le scoperte umane con manufatti di sua realizzazione) e la disponibilità al dialogo, l’accoglienza che dava ad ogni insegnante che varcava i cancelli si Tre Palmenti.

Ogni mattina era un incontro culturale e quando arrivava c’era sempre un tema da trattare prima che iniziassero le lezioni.

Per lui, tutto era semplice, tutto era di radice antica, tutto si poteva spiegare con semplici parole.

E la parola – il professore – la conosceva bene, la fissava negli scritti di prosa o di poesia: talvolta, con accenti aulici, si immergeva nella cultura classica, parlando o scrivendo.

Della cultura classica ha fatto il suo cavallo di battaglia, volgendo l’attenzione ai numerosi personaggi greci e romani che gli erano rimasti impressi dagli studi giovanili.

L’amore pe Gioia Tauro, per la Calabria, per la terra che dà i frutti, per l’opera della natura creata da Dio, lo ispiravano.

Era capace di ascoltare con attenzione e rispetto le reazioni degli ascoltatori–colleghi e spesso ricavava spunti per le sue poesie.

Una passione che ho condiviso veramente con lui è la preparazione degli alunni nelle recite e la composizione di semplici testi per le ricorrenze a scuola.

A ogni bambino, a seconda delle sue possibilità, davamo il compito e il personaggio adatto nelle recite, senza tralasciare la partecipazione di qualche alunno. Certo eravamo in tanti, ma solo con pochi si può condividere interessi e passioni allo stesso modo!

Il professore che stava sempre in giacca e cravatta, talvolta si vedeva in maniche di camicia, alle prese con qualche marchingegno o intento a rifinire un quadro (magari un mosaico con le pietre), un poster multimateriale per arricchire l’atrio della scuola o lo sfondo del teatrino.

Si dedicava a tutte le esperienze con passione e le comunicava a noi che da poco avevamo iniziato il tempo pieno. L’esperienza è stata gratificante perché non esclusivamente dedicata al leggere, allo scrivere…. ma a tutto ciò che forma mente, anima e relazioni, obiettivo delle ore pomeridiane per valorizzare le inclinazioni naturali degli alunni e arricchire, in maniera giocosa, tutti gli altri saperi…

Ricordo, infine del professore il culto della bellezza in tutte le sue forme artistiche, antiche e moderne, l’attenzione alla musica popolare e alla lingua dialettale.

Siamo stati bene insieme, per trovare sempre il gusto di insegnare e di motivare l’apprendimento degli alunni nella scuola Tre Palmenti da tanti riconosciuta come oasi scolastica di accoglienza e novità.

                                                       Amalia Frascà

                                                       Socia A.D.I.C.

Ultimi Articoli

Incendio Poly2Oil Palmi, presentata un’interpellanza parlamentare

Firmatario del documento è il deputato Domenico Furgiuele della Lega, che ha depositato l'atto il 19 luglio

A Laureana di Borrello prende il via la decima edizione di Calabria Evolutions

Il primo dei due consueti concerti è previsto per mercoledì 24 luglio in piazza Papa Giovanni Paolo II

Aeroporto di Reggio, elicottero dei Vigili del Fuoco si ribalta e va in fiamme. Salvi i piloti

L'incidente è avvenuto questo pomeriggio. Attualmente l'Areoporto è chiuso per la messa in sicurezza dell'area

Reggio, Falcomatà: «Una settimana straordinaria grazie a Sky Sport»

Migliaia le presenze sul Lungomare, soprattutto di giovani. La soddisfazione del vertice della Città Metropolitana: «Calciomercato l’originale ha messo in vetrina le tante eccellenza della nostra terra»

Reggio, Falcomatà: «Una settimana straordinaria grazie a Sky Sport»

Migliaia le presenze sul Lungomare, soprattutto di giovani. La soddisfazione del vertice della Città Metropolitana: «Calciomercato l’originale ha messo in vetrina le tante eccellenza della nostra terra»

Taurianova, concorso nazionale Gemelli Careri: giovedì la premiazione delle scuole

A 300 anni dalla morte dell’illustre viaggiatore, Taurianova lo ricorderà anche con altre iniziative in programma nell’anno di Capitale del Libro

Dalla Calabria alla Francia per una grande “festa italiana”

Una grande “festa italiana” ha ospitato gli stand di vere e proprie eccellenze del settore enogastronomico italiano, con la Calabria tra i protagonisti