HomeCronacaAgguato a Varapodio, è morto anche Carmelo Donato

Agguato a Varapodio, è morto anche Carmelo Donato

Pubblicato il

VARAPODIO – Carmelo Donato non ce l’ha fatta. E’ morto intorno alle 13e30 all’Ospedale di Polistena, presso il quale era ricoverato in condizioni gravissime dopo l’agguato avvenuto questa mattina all’alba nelle campagne di Varapodio, nel quale ha perso la vita anche il fratello Francesco di 18 anni.

Secondo le forze inquirenti, a compiere l’agguato sarebbero state due persone, una delle quali armata di fucile calibro 12, che ha esploso numerosi colpi all’indirizzo dei due fratelli, uccidendo sul colpo Francesco e ferendo gravemente Carmelo.

I due fratelli erano figli di Saverio Donato, assassinato a Varapodio nel 2000 e per il cui assassinio i Carabinieri fermarono Antonio Mammoliti, nipote del boss Saverio, capo della cosca della Piana, e Michele Alessi, entrambi trentatreenni.

Carmelo Donato, all’epoca, aveva 15 anni e si trovava sull’autotreno condotto dal padre nel momento dell’agguato. Le sue dichiarazioni, insieme ad altri elementi emersi dall’indagine, portarono all’arresto dei due presunti responsabili.

I carabinieri non escludono a questo punto che l’assassinio dei due fratelli possa essere collegato a quello del padre.

V.M.

Ultimi Articoli

Palmi, rissa con accoltellamento nella notte di San Lorenzo

Ferito alla schiena un giovane; l'episodio si è verificato alla Tonnara intorno alle 2 di notte

«Sulla discarica di Melicuccà si ricorra subito al Tar»

Palmi, nota stampa dei consiglieri di Forza Italia Sorbilli e Palmisano, per chiedere al sindaco di impugnare l'ordinanza della Città metropolitana

A Palmi un concerto in ricordo del maestro Carmelo Cannizzaro

Domani 12 agosto, in piazza I Maggio, lo spettacolo musicale del gruppo "Due Lyre e mezzo di Taranta"

Palmi, rissa con accoltellamento nella notte di San Lorenzo

Ferito alla schiena un giovane; l'episodio si è verificato alla Tonnara intorno alle 2 di notte

Operazione “Monopoli”, confiscati beni per 168 milioni a un imprenditore già condannato

Reggio Calabria, per la dda l'imprenditore Carmelo Ficara avrebbe reinvestito nelle proprie attività aziendali profitti provenienti da operazioni illecite

Incendio in casa a Bianco: morta 76enne disabile

La donna che viveva con lei e che l'assisteva non ha potuto soccorrerla per la velocità con cui si è propagato l'incendio.