“Una terronata”: l’insulto dal web alla Varia di Palmi

Pioggia di commenti sulla festa che nel 2013 ha ottenuto il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco

0
12616
La Varia 2019

La Varia di Palmi, patrimonio dell’umanità Unesco? Una “terronata”, una festa per persone “non evolute” e per ”cerebro lesi”. Insomma, una evento per “ignoranti”.

Appena sei giorni fa Palmi celebrava la sua festa più importante ed attesa, tra l’entusiasmo dei suoi cittadini e la meraviglia di chi vi assisteva per la prima volta.

Poche ore dopo su Facebook, nella pagina “Non abbiate paura” è stato pubblicato il video della scasata della Varia seguito da una serie di commenti spietati.

C’è chi definisce la festa una “demenza totale”, chi parla di “processione dell’ignoramza varia”, probabilmente senza sapere che la Varia non è una processione e senza conoscere le sue origini e la sua valenza culturale.

Valenza culturale che ha spinto l’Unesco ad inserirla nell’elenco dei beni Patrimonio dell’Umanità dal 2013, insieme alle feste Gramas, le Grandi Macchine a Spalla Italiane (Macchina di Santa Rosa di Viterbo, Gigli di Nola, Faradda di Sassari).

Il riconoscimento è giunto al termine di un lungo percorso di studio e di ricerca, partito dal basso e coordinato e seguito da Patrizia Nardi, responsabile tecnico-scientifico della Rete delle Grandi Macchine a Spalla Italiane.