Taurianova, denunciata una donna per riciclaggio. Nascondeva in casa 70mila euro

Operazione dei Carabinieri nella frazione di Amato. Il denaro era murato nello scantinato dell'abitazione

0
235

I carabinieri della Compagnia di Taurianova, insieme ai militari dello squadrone eliportato Cacciatori “Calabria” e ai cinofili del battaglione “Calabria”, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo delle zone più rurali del territorio hanno denunciato in stato di libertà una donna di 75 anni, per riciclaggio.

Imilitari dell’Arma, nel corso di attività di perlustrazione in località Amato, frazione lungo la strada provinciale che da Gioia Tauro conduce nel cuore dell’Aspromonte, a seguito di una perquisizione effettuata in casa della 75enne, hanno trovato, murati in un’intercapedine dello scantinato dell’abitazione, due buste sigillate contenenti quasi 70.000 euro in banconote di grosso taglio.

Sulla base degli elementi di prova sinora individuati, secondo l’accusa ipotizzata dalla Procura della Repubblica di Palmi, la donna sarebbe con ogni probabilità l’esclusiva posseditrice della somma di denaro che è stata sequestrata perché verosimilmente di provenienza illecita.

Il procedimento è attualmente pendente in fase di indagini mentre l’effettiva responsabilità della deferita all’Autorità Giudiziaria in ordine alla fondatezza delle ipotesi d’accusa mosse a suo carico, sarà vagliata nel corso del successivo processo.

Non si escludono ulteriori sviluppi investigativi e probatori, anche in favore della persona sottoposta ad indagini.