Primo caso di Coronavirus a Rizziconi

Ad annunciarlo è stato il sindaco che ha invitato tutti a mantenere la calma ed osservare le regole

Con una diretta Facebook il sindaco di Rizziconi, Alessandro Giovinazzo, ha annunciato che anche nella cittadina pianigiana un uomo è risultato positivo al test del coronavirus.

Si tratta di una persona rientrata qualche giorno fa a Rizziconi da una delle aree del Nord Italia di maggiore diffusione del contagio, che si è messa subito in isolamento domiciliare, come disposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

«Il Dipartimento di Prevenzione dell’Asp poco fa mi ha dato l’ufficialità della notizia – ha detto Giovinazzo – Alla luce di ciò vi voglio invitare a mantenere la calma, vi chiedo di continuare a rispettare le regole. Vi tranquillizzo, sebbene comprendo che la notizia crei timore, dicendovi che la persona in questione non solo ha rispettato la quarantena, ma non ha avuto contatti con altri soggetti, per cui il rischio di contagio potrebbe non essere elevato».

Le condizioni di salute dell’uomo non sono critiche, per cui non è stato necessario il ricovero in ospedale.

Il sindaco ha ribadito l’assoluta necessità di rimanere in casa, di evitare che si creino capannelli di persone fuori dai supermercati, dalle banche o dall’ufficio postale.

«Io sono sicuro che ne usciremo vittoriosi da questa guerra – ha concluso Giovinazzo – La situazione a Rizziconi dovrebbe abbastanza circoscritta, per cui vi invito a non fare inutile allarmismo».

Forte e chiaro l’invito ad un uso consapevole degli strumenti di comunicazione: «Vi chiedo di non iniziare a dar vita a catene su Whatsapp e sui social, non fate alcuna supposizione sul nome della persona con coronavirus e non chiedete né a me né ad assessori, consiglieri e membri del COC di fornire il nome dell’uomo contagiato. Dobbiamo essere maturi, responsabili e rispettarci».