HomeCronacaPalmi: sigilli ad un campo di calcetto. Era gestito dalla famiglia Gallico.

Palmi: sigilli ad un campo di calcetto. Era gestito dalla famiglia Gallico.

Pubblicato il

I sigilli sul campo di calcetto sequestrato

PALMI – Questa mattina gli agenti della Polizia Locale hanno posto i sigilli allo storico campo di calcetto, entrato abusivamente tra i beni in possesso della famiglia Gallico di Palmi diversi anni fa.

Il sequestro è avvenuto su impulso della Procura della Repubblica di Palmi che, nella persona del Gip Paolo Ramondino, ha emesso un decreto di sequestro cui gli uomini della Polizia Locale diretti dal Maggiore Francesco Managò hanno dato esecuzione.

Il campo di calcetto in questione, che sorge su un’area pubblica in località Santa Maria, è da anni gestito da Domenico Gallico, 81 anni, esponente della omonima presunta cosca palmese; le indagini, coordinate dal Sostituto procuratore della locale Procura della Repubblica Luigi Iglio, hanno portato al deferimento di tutti i soggetti coinvolti per il reato di invasione ed occupazione del terreno pubblico aggravato e per la realizzazione di un’opera edilizia in cemento armato, su area sismica priva di titoli.

Il Settore Urbanistica dello stesso U.T.C. ha già emesso Ordinanza di demolizione del Bar-Rosticceria attiguo alla struttura oggi sequestrata, per il quale è stata anche emessa Ordinanza di cessazione dell’attività.

Ulteriori indagini sono in corso per verificare se nel corso dell’iter amministrativo riguardante la vicenda, risalente a molti anni fa, vi siano stati comportamenti penalmente rilevanti tuttora perseguibili.

Ultimi Articoli

Massiva attività di estorsione e assenza di denunce: così la ‘ndrangheta si è presa il territorio

Le parole del procuratore capo di Catanzaro Gratteri, e del Prefetto Messina descrivono una realtà drammatica che inquina fortemente l'economia

Cittanova, al Gentile in scena “Ditegli sempre di sì” di Eduardo De Filippo

In scena martedì 31 gennaio per la XIX Stagione Teatrale

Facoltà di Medicina a Reggio Calabria, riunito il tavolo istituzionale per l’avvio del percorso

Presenti i rappresentanti della Città Metropolitana, del Comune, della Camera di Commercio, dell'Ordine dei Medici e dell'Università Mediterranea.

Nei guai l’ex dirigente della Regione Pasquale Anastasi. L’accusa è di traffico illecito di influenze

Ai domiciliari anche un altro dirigente della Regione, Rodolfo Bova

Massiva attività di estorsione e assenza di denunce: così la ‘ndrangheta si è presa il territorio

Le parole del procuratore capo di Catanzaro Gratteri, e del Prefetto Messina descrivono una realtà drammatica che inquina fortemente l'economia

Nei guai l’ex dirigente della Regione Pasquale Anastasi. L’accusa è di traffico illecito di influenze

Ai domiciliari anche un altro dirigente della Regione, Rodolfo Bova