Palmi, inaugurata la sede del Comitato Varia

Il Presidente Saverio Petitto: «Stiamo lavorando affinché questa sia la festa di tutta la città»

«Stiamo lavorando senza trascurare alcun aspetto, perché vogliamo che la Varia sia davvero la festa di tutti, palmesi e non».

Con queste parole Saverio Petitto, presidente del Comitato Varia 2019, ha salutato l’inaugurazione dei locali che ospiteranno il Comitato incaricato di organizzare la festa della Varia, in calendario per il prossimo 25 Agosto.

British il buon caffè della Piana Ape maia il buon caffè della Piana

La Varia di Palmi rientra nella Rete delle Grandi Macchine a Spalla Italiane e nel Dicembre del 2013, è stata inserita nel Patrimonio Immateriale dell’Umanità dall’Unesco.

I locali, che si trovano in piazza I Maggio, sono stati messi a nuovo dai volontari dell’associazione “Prometeus”, di cui Saverio Petitto è presidente.

Nel presentare i componenti del Comitato, che sono – lo ricordiamo – Gianluca Spampinato, Marco Suraci, Chiara Ortuso e Paolo Ventrice, mentre Vincenzo Barbieri e Arcangelo Badolati sono i due vicepresidenti, l’avvocato Armando Veneto è presidente onorario e Antonio Billari tesoriere – Saverio Petitto ha sottolineato che sono già in cantiere diversi appuntamenti che faranno da contorno alla festa principale.

«Abbiamo creato un gruppo di lavoro tecnico che sta lavorando anche sulla parte strutturale della Varia, e siamo pronti ad intervenire anche sullo cippo, se dovesse servire – ha detto Petitto – Ci sono tante persone che stanno lavorando silenziosamente per rendere la Varia una festa di tutti. Abbiamo pensato di organizzare una giornata all’insegna della solidarietà, per mostrare la nostra vicinanza a chi soffre».

Erano presenti alla manifestazione anche il sindaco di Palmi Giuseppe Ranuccio, il presidente dell’associazione ‘Mbuttaturi Francesco Cardone, e don Silvio Mesiti, parroco della parrocchia San Nicola di Palmi, il quale ha benedetto i locali che ospiteranno la sede del Comitato Varia, ricordando che «la festa della Varia ha un valore simbolico rilevante: induce una città intera a spingere in una sola direzione, rendendo tutti protagonisti e non lasciando alcuno in disparte. Non dobbiamo però dimenticare che la festa della Varia – ha proseguito don Silvio – è strettamente legata a quella della Madonna della Sacra Lettera, per cui c’è un legame forte tra le due manifestazioni».

Il primo cittadino di Palmi ha ribadito l’importanza di coinvolgere la città tutta. «Tutti dobbiamo dare un contributo per la buona riuscita della festa, dobbiamo ritornare alle vecchie tradizioni ed ai valori di un tempo».

Ha concluso gli interventi Francesco Cardone, presidente dell’associazione ‘Mbuttaturi, che ha assicurato la partecipazione attiva del sodalizio da lui presieduto alla realizzazione della festa. «Il nostro impegno è massimo e faremo di tutto per garantire l’ottima riuscita della festa. Organizzeremo, come di consueto, le feste nei quartieri e ci occuperemo del settore del traino della scasata».

Non resta che attendere, allora, il 25 Agosto.