Orientamento e percorsi professionali, Rosy Perrone: «Un confronto su opportunità per giovani e sviluppo di idee imprenditoriali»

0
227

Si è svolta a Gioia Tauro, nella sede territoriale della Cisl, un’iniziativa di approfondimento ed illustrazione, su opportunità e prospettive offerte dalla Regione Calabria e da INVITALIA, circa l’orientamento per i giovani su ricerca e autoimpiego al lavoro e possibili strumenti offerti. A fare gli onori di casa ci ha pensato Rosy Perrone, Segretaria generale della Cisl metropolitana di Reggio Calabria.

«Quello di oggi, è un momento che offre un’opportunità e un motivo di confronto con l’obiettivo di chiarire alcuni percorsi per giovani in cerca di una strada professionale e lavorativa da percorrere. Piantare dei semi per poter raccogliere i frutti di un investimento e di un sogno, attraverso strumenti credibili, accessibili e che offrono anche un supporto di accompagnamento e di formazione».

Il Sindaco di Gioia Tauro Aldo Alessio, intervenuto per i saluti, ha parlato di un’iniziativa lodevole: «Per inventare il lavoro che non c’è, oggi occorrono occasioni come questa. Abbiamo bisogno di inventare le condizioni per creare nuovi percorsi anche per far fronte alle mancanze delle azioni istituzionali in favore dei giovani. Un ritardo colpevole da parte della politica, che non è riuscita con provvedimenti forti a costruire le condizioni per un futuro rassicurante. Grazie alla Cisl per questo sportello, utile e concreto, che garantisce un supporto a quanti possano trovare spunto da questi percorsi di orientamento».

Chiara Aricò, referente dell’agenzia Soluzione Lavoro, ha illustrato la mission della sua realtà, definendola il braccio dei bandi della Regione Calabria, tra cui quello del programma di Garanzia Giovani e di altri strumenti operativi attraverso ai quali può svilupparsi un’idea imprenditoriale, e soprattutto, prendere forma e realizzarsi.

Antonello Rispoli, responsabile regionale Ente Microcredito, ha dato un contributo in termini di accesso al credito. «Partire da un’idea sostenibile di impresa per gettare le basi solide di un futuro per i giovani. Perché loro hanno bisogno di questo, e non di assistenzialismo fine a sé stesso. Da questo punto di vista la Regione Calabria, ha fatto passi da gigante negli ultimi anni, perché sta sposando progetti che hanno una prospettiva e che riescono a stare sul mercato».

Un breve contributo è stato offerto da Crisitina Cuzzilla, del gruppo ‘giovani’ della Cisl, che ha spiegato le opportunità che possono nascere come quella degli strumenti offerti dal microcredito o dai tirocini, o dall’attività di autoimpiego, sia per attivare un’economia circolare che porti benefici al territorio, sia per costruire le basi di una prospettiva seria che possa creare le condizioni per entrare nel mondo del lavoro.

A prendere la parola, infine, è stata la responsabile del programma Garanzia Giovani della Regione Calabria, Anna Rita Lazzarini, la quale ha spiegato l’utilità di programmi come Garanzia Giovani, o Autoimpiego o I Yes Startup, ma – ha specificato – «le misure sono tantissime oltre a queste».

Anche legate a fondi del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza).

Percorsi formativi innovativi, anche questi, strumenti inseriti tra le modalità di intervento della Regione Calabria, con fondi abbastanza consistenti, proprio per dare un lungo respiro ad un provvedimento che potesse garantire un alto livello di matching, ossia un incontro risolutivo tra domanda ed offerta del lavoro.

La parte finale dell’incontro è stata dedicata a domande ed approfondimenti da parte degli utenti e dei partecipanti, per cercare di gettare le basi di un percorso di orientamento consolidato nel tempo, e al quale, la Cisl di Reggio Calabria ha dato la massima disponibilità per essere punto di riferimento dei giovani del territorio della Piana di Gioia Tauro, e non solo.