HomeCronacaOmicidio Pelaia: ergastolo per i cugini Giacobbe

Omicidio Pelaia: ergastolo per i cugini Giacobbe

Pubblicato il

PALMI – E’ stata pronunciata ieri sera da Giulio De Gregorio, Gup del Tribunale di Palmi, la condanna all’ergastolo per i cugini Giacobbe.

ergastolo per i cugini giacobbe
Placido Giacobbe

Placido, detto “Jerry”, 39 anni e Alessandro di 37, sono considerati i mandanti e gli organizzatori dell’omicidio di Arcangelo Pelaia, avvenuto in piazza Matteotti a Gioia Tauro, in pieno giorno, il 29 giugno del 2013.

La vittima è stata raggiunta da 9 colpi d’arma da fuoco mentre era a bordo della sua autovettura, con l’auto degli assassini che ha speronato l’utilitaria della vittima sparando in corsa.

La richiesta di ergastolo per i cugini Giacobbe era stata formulata al termine della requisitoria del sostituto procuratore Enzo Bucarelli.

Placido e Alessandro Giacobbe erano in carcere dal mese di luglio dello scorso anno.

I due uomini erano difesi dagli avvocati Guido Contestabile, Domenico Putrino e Domenico Infantino.

Nell’omicidio sono coinvolti anche Giovanni Polimeni, considerato l’esecutore materiale ed i due fratelli Biagio e Marcello Giacobbe, ritenuti ideatori, registi, mandanti ed agevolatori dell’azione criminale.

L’ergastolo per i cugini Giacobbe è arrivato a meno di due anni dall’omicidio.

ergastolo per i cugini giacobbe
Alessandro Giacobbe

La tesi dell’accusa è stata fortificata dai filmati, estrapolati dai sistemi di video sorveglianza, che il giorno dell’omicidio hanno ripreso i movimenti di alcune auto, con a bordo i Giacobbe, che facevano la spola da casa della vittima sin dalle prime ore del pomeriggio. Sapevano, infatti i basisti, che Pelaia quel pomeriggio sarebbe andato a far visita ai familiari di un conoscente deceduto, ma non conoscevano l’orario in cui si sarebbe mosso, e per questo avrebbero fatto avanti e indietro per dare l’ok al sicario.

Il movente, che ha portato alla morte di Pelaia, sarebbe la vendetta della famiglia Giacobbe in risposta al duplice omicidio avvenuto il primo luglio 2005, quando morirono Saverio e Leonardo Giacobbe, delitto per il quale il fratello di Arcangelo, Giuseppe Pelaia, sta scontando una pena definitiva nel carcere di Saluzzo in provincia di Cuneo.

Ultimi Articoli

Controlli anti “furbetti” del contatore: 9 denunce nella Piana di Gioia Tauro

Oltre ai privati, denunciato anche un imprenditore agricolo di San Giorgio Morgeto

Carcere di Palmi, al via un percorso di sostegno alla genitorialità per i detenuti

L'iniziativa è organizzata dalla Camera Minorile "Malala" di Palmi

Ossama Benkhalqui: da Gioia Tauro a X Factor, il viaggio di un giovane talento

Ex giocatore della squadra di calcio della città, oggi sogna di diventare un cantante di successo. Intervista al 19enne marocchino che si ispira aò rapper napoletano Geolier

Rosarno, oggi l’inaugurazione di “Villa Santelli” sorta su un bene confiscato

L'immobile è appartenuto alla famiglia Cacciola; UniReggio l'ha trasformato in un polo di servizi per la comunità

Blitz dei carabinieri alla Tonnara di Palmi: sequestrati 15 chili di pesce avariato pronto per essere venduto

Elevate sanzioni per più di seimila euro a carico degli ambulanti

Non erano intervenuti in un incidente mortale: sospesi due vigili urbani a Taurianova

I due sarebbero effettivamente passati sul luogo dell'incidente senza attivare la macchina dei soccorsi