‘Ndrangheta: confisca di beni pari a 900mila euro

Vincenzo Perri
Vincenzo Perri

 

Sequestro e confisca per beni immobili pari a 900mila euro. Si tratta dell’ordinanza eseguita dai Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria per prodotti finanziari riconducibili al patrimonio di Vincenzo Perri, 36enne, gioiese, pluripregiudicato, attualmente detenuto in carcere per l’omicidio di Vincenzo Priolo.

Inquieto
InquietoInquieto Ape maiaInquieto

 L’uomo, affiliato alla famiglia di ndrangheta denominata “Brandimarte-Perri”, si è macchiato in più occasioni di gravi delitti, sia contro il patrimonio che la persona; è stato condannato oltre che per omicidio e armi, anche per produzione e traffico di sostanze stupefacenti.

Le indagini derivano da due condanne a 3 anni e a 12 anni. Nello specifico, sono stati confiscati sei fabbricati ricadenti nel comune di Gioia Tauro ed alcuni prodotti finanziari, per un valore complessivo di 900 mila euro.