Mct licenzia un portuale, proclamati tre giorni di sciopero

Provvedimento arrivato dopo che il Tribunale ha disposto il reintegro di un altro lavoratore

Il tribunale di Palmi ha reintegrato un lavoratore e come prima conseguenza di questa decisione Mct, l’azienda monopolista che opera al porto di Gioia Tauro, ha licenziato un altro portuale.

Questo è ciò che è accaduto nei giorni scorsi e che ha portato la Filt Cgil, la Fit Cisl e il Sul a proclamare tre giorni di sciopero per il 14, il 15 e il 16 agosto.

British Scrivici Ape maia Dolce aroma

“Mct – hanno scritto i sindacati nella comunicazione di proclamazione (leggi qui) dello sciopero – ha provveduto a licenziare un lavoratore, avvalendosi della facoltà di agire tramite normative non obbligatorie e che riteniamo provocatorie e non necessarie, la dice lunga sulla violenza piscologica che l’azienda vuole mettere in campo, intervenendo duramente contro i lavoratori e allontanando sempre di più lo stato di serenità necessaria per lo svolgimento delle già complesse operazioni portuali. Per tale motivo riteniamo indispensabile agire con una prima azione di lotta, che terminerà solo al momento della revoca del provvedimento messo in atto contro il lavoratore licenziato”.

I sindacati hanno chiesto un incontro urgente al Prefetto per “interrompere l’incessante perdita di posti di lavoro messa in atto da Medcenter Container Terminal”.

The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab