Logiacco (Cgil): «Inaccettabile la chiusura del Pronto Soccorso di Gioia»

0
51

«In Calabria, e nella piana di Gioia Tauro ancor di più, la sanità è ormai al collasso. Anni di commissariamento e i ripetuti tagli al personale hanno determinato l’evidente sovraccarico nelle poche strutture esistenti, lunghe liste d’attesa e un’ulteriore abbassamento della qualità e della quantità dei servizi erogati ai cittadini e nell’intera area metropolitana di Reggio Calabria, sono aumentate a dismisura le mobilità passive di chi ha la possibilità, seppur con difficoltà oltre che logistiche anche economiche, di spostarsi per potersi curare».

Lo scrive in una nota stampa Celeste Logiacco, segretaria generale Cgil Piana.

«Il Covid-19 ha di fatto solo acuito tutte le nostre fragilità territoriali, rendendo ancor più evidenti quelle di un Servizio Sanitario depauperato di risorse finanziarie e professionali, per anni logorato da tagli e ritardi – prosegue Logiacco – Anche nella piana di Gioia Tauro obiettivo prioritario deve essere la garanzia del diritto universale alla salute, assolutamente non garantito, per contrastare così i fenomeni di mobilità passiva, di rinuncia alle cure e gli inaccettabili tempi d’attesa. In questo contesto la Piana di Gioia Tauro ha ormai da troppo tempo un credito: la realizzazione di un sistema sanitario di qualità che assicuri il rispetto dei Lea e che abbia nell’Ospedale della Piana e in quelli già esistenti un punto d’eccellenza».

«Non è smantellando gli ospedali già esistenti che si garantisce il diritto alle cure a tutti e per tutti i cittadini del territorio, per questo la scelta della chiusura del pronto soccorso di Gioia Tauro è inaccettabile e ne chiediamo pertanto l’immediata riapertura, sapendo che non solo è necessario e non più rinviabile assumere personale medico e paramedico ma è altrettanto necessario mettere tutto il personale sanitario nelle condizioni di poter lavorare. Abbiamo già inviato una richiesta d’incontro al Prefetto chiedendo la presenza del Commissario Longo e del Commissario Straordinario Scaffidi per chiedere l’immediata riapertura del pronto soccorso di Gioia Tauro», conclude il segretario generale Cgil Piana.