Inaugurato il San Michele Arcangelo di Cosimo Allera

L'opera è stato collocata all'interno del commissariato di Polizia di Gioia Tauro

Chi varca la soglia del commissariato di Polizia di Gioia Tauro da qualche giorno può ammirare l’alto rilievo che raffigura San Michele Arcangelo, patrono della Polizia di Stato.

L’opera dello scultore gioiese Cosimo Allera è stata inaugurata nei giorni scorsi con una cerimonia istituzionale a cui hanno partecipato il prefetto Michele Di Bari, il questore Raffaele Grassi, il prefetto Reppucci, presidente della commissione che guida il comune di Gioia Tauro, il primo dirigente Diego Trotta, i rappresentanti delle altre forze di polizia e il vescovo Milito.

British Scrivici Ape maia Dolce aroma

La cerimonia rientra infatti tra gli appuntamenti della visita pastorale in atto nelle quattro parrocchie della città del Porto.

E proprio il vescovo nel suo intercento ha annunciato una battaglia chiara contro la criminalità e si è detto «sinceramente convinto di chiedere un vero cambiamento per il popolo gioiese. Come Chiesa non intendiamo invadere il campo di nessuno, ma neanche fare finta di non sapere certe cose o addirittura tacerle».

In tutti gli interventi è stata sottolineata la gravità della situazione che sta vivendo in questo momento la città del porto ma tutti hanno voluto riaccendere la fiammella della speranza alimentata salla possibilità di un cambiamento che nasca dalla comunità gioiese».

Il San Michele Arcangelo è stato realizzato con la tecnica della sovrapposizione delle lamiere usando acciaio diverso, acciaio corten e acciaio lucido.

«Ho accolto l’invito del vice questore Trotta circa 15 giorni fa. – ha dichiarato l’artista Cosimo Allera – E subito ho detto che avrei pensato a qualcosa di importante. Spero di poter dare emozione a chi nel tempo guarderà questa mia nuova opera».

Tra le più importanti opere a sfondo religioso di Allera è doveroso ricordare Il Cristo di Natuzza a Paravati, Acutis in val di Fiemme nel parco d’arte più alto del mondo, la croce per Padre Pio a San Giovanni Rotondo, Madonna di Loreto, il Sant’Elia esposto alla casa della cultura di Palmi e “L’umanità e la Croce” del 1988.

The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab
The studio wedding Lab