HomeCronacaE' grave il pensionato aggredito a Cittanova

E’ grave il pensionato aggredito a Cittanova

Pubblicato il

 

CITTANOVA – La Procura di Palmi dovrà fare luce sulla misteriosa aggressione avvenuta nella nottata di ieri a Cittanova. Vittima è un pensionato di 66 anni, C. M., che è stato malmenato violentemente, a quanto sembra, da due persone nella sua abitazione a Cittanova.
L’uomo è stato trovato a terra nella camera da letto dai poliziotti del Commissariato di Cittanova, ai quali erano stati segnalati forti rumori e urla. La vittima dell’aggressione è stata trasportata prima all’ospedale di Polistena dove gli sono state fornite le prime cure, poi considerate le gravissime condizioni di salute, è stato trasferito presso l’ospedale di Reggio Calabria dove si trova ora ricoverato in prognosi riservata.
Secondo una prima ricostruzione, sulla quale stanno ancora lavorando gli  investigatori, l’aggressione del pensionato, avvenuta intorno alle 23 e 30 della notte scorsa, sarebbe avvenuta dopo che i responsabili si sarebbero  introdotti con la forza nell’abitazione, colpendo il pensionato con una chiave tubolare, provocandogli così diverse fratture facciali e alle costole. Le attività di polizia giudiziaria, coordinate dalla Procura di Palmi, per il momento non tralasciano alcuna pista.

i.p.

Ultimi Articoli

Volley, l’OmiFer attende la Capitale nella bolgia del PalaSurace

Domani la squadra di mister Radici sfiderà in casa la SMI Roma

Al Teatro Gentile di Cittanova in scena Tosca d’Aquino e Giampiero Ingrassia

Il 9 febbraio appuntamento con "Amori e sapori nelle cucine del Gattopardo"

Reggio, domani la presentazione di “Guida all’Aspromonte misterioso”

Edito da Rubettino, è stato scritto da Giuseppe Battaglia e Alfonso Picone Chiodo

Commerciante derubata nel parcheggio di un centro commerciale di Taurianova: arrestato uno dei 2 responsabili

Alla vittima erano stati sottratti 500 euro in contanti, documenti ed effetti personali

‘Ndrangheta, chiuse le indagini sulla prima “locale” romana: 67 a rischio processo

A capo del gruppo criminale ci sarebbero Antonio Carzo e Vincenzo Alvaro, appartenenti a storiche famiglie di 'ndrangheta di Cosoleto