Gioia: sequestrati 13 chili di pesce

0
525
La capitaneria dall'alto
La capitaneria di Porto di Gioia Tauro dall'alto

GIOIA TAURO – I militari della Capitaneria di porto di Gioia Tauro, diretti dal comandante Barbagiovanni Minciullo, hanno sequestrato circa 13 chili di pesce.

il pesce sequestrato
il pesce sequestrato
Durante un controllo di routine sul lungomare di Gioia Tauro sono stati avvistati alcuni ambulanti abusivi che sono immediatamente scappati lasciando sul posto i 13 chili di pesce che stavano vendendo in maniera illegale.

Il pescato (alici, sgombri e pesce specchio) era all’interno di alcune cassette di polistirolo poggiate sul marciapiede e nascoste sotto un’autovettura.

I 13 chili sono stati sequestrati.

«I continui controlli dei militari della Capitaneria di Porto – si legge in un comunicato – vengono messi in atto a garanzia dell’ecosistema marino e degli stock ittici, oltre che a tutela dei consumatori finale del prodotto e soprattutto a tutela di quei pescatori e commercianti che rispettano scrupolosamente le norme vigenti. Proprio quest’ ultima attività di vigilanza è l’occasione adatta per ribadire che l’acquisto di pesce conservato e venduto in maniera igienicamente non idonea, può causare seri danni alla salute del consumatore».