Gioia, eternit abbandonato per strada

Non c'è gasolio per i mezzi e il comune sospende la già precaria raccolta porta a porta

0
1255

Spazzatura per strada, automezzi vecchi e senza gasolio fermi all’autoparco e un paio di scarrabili depositati su via Agliastro (lungo il torrente Budello) per consentire ai cittadini di smaltire i rifiuti.

All’inizio del mese di agosto è questa la fotografia della città di Gioia Tauro.

A tutti questi gravi disagi purtroppo si aggiunge l’inciviltà, il disprezzo per le regole e per l’ambiente di alcuni criminali che approfittano dell’attuale caos per abbandonare rifiuti pericolosi in pieno centro abitato.

Da diversi giorni su via Einaudi, la strada che collega Viale Don Sturzo con via Giovanni XXIII sono stati abbandonati diversi cumuli di eternit.

Chi li ha abbandonati per non destare sospetti ha inserito i rifiuti pericolosi all’interno di alcuni cartoni.

E purtroppo non è l’unica discarica con rifiuti pericolosi presente, basta percorrere un po’ di strada e andare nel rione Tre Palmenti, di fronte all’ex mattatoio comunale per trovare altre lastre di eternit abbandonate.

Chi abbandona per strada rifiuti pericolosi oltre a mettere a repentaglio l’ambiente e la salute delle persone commette un eco reato e rischia gravi conseguenze sul piano penale.

La speranza è che la Polizia locale attraverso le telecamere di video sorveglianza o tramite altri elementi riesca a individuare chi ha buttato l’eternit per strada senza smaltirlo come prevede la legge.

Da ieri mattina intanto via Agliastro è stata nei fatti trasformata nell’unico centro di raccolta dei rifiuti della città.

Il già precarissimo servizio di raccolta porta a porta è stato interrotto perchè il Comune non riesce a pagare il gasolio per i pochi mezzi utilizzati.

Per tamponare la situazione sono stati posizionati alcuni scarrabili su via Agliastro. I rifiuti possono essere conferiti dentro gli scarrabili dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 16.30 e il sabato fino alle 12.