Gioia: dal 20 febbraio sarà ripristinato il servizio di Cardiologia ambulatoriale

Lo comunica il sindaco, Aldo Alessio, al termine di un colloquio telefonico con il Direttore Sanitario, Antonio Bray

0
28
L'ospedale di Gioia Tauro
L'ospedale di Gioia Tauro
A seguito di una colloquiale telefonata odierna, intercorsa con il Direttore Sanitario Aziendale dell’Asp Dott. Antonio Bray, l’Amministrazione Comunale di Gioia Tauro ha appreso, con viva soddisfazione, che a far data del 20 febbraio 2021 verrà ripristinato il servizio di Cardiologia ambulatoriale presso l’Ospedale Civile di Gioia Tauro.
 
Questo è solo il primo passo verso il ripristino di tutti i servizi ambulatoriali presenti nel P.O. prima della conversione dell’ospedale al servizio dei degenti stabilizzati provenienti dal GOM di Reggio Calabria.
 
In particolare è stato sollecitato il ripristino del laboratorio di analisi e della radiologia e di assicurare la riapertura dello sportello del Centro Unico di Prenotazione (CUP). 
In caso di necessità sanitaria, anche per quanto riguarda i servizi vaccinali anticovid, l’Amministrazione comunale ha riconfermato la volontà di mettere a disposizione i locali presenti in Palazzo Sant’Ippolito e nella Sala Fallara.
 
L’Amministrazione Comunale di Gioia Tauro, infine, riconferma la volontà politica di attuare la delibera di consiglio comunale approvata all’unanimità dei consiglieri in data 18 Novembre 2020 e che prevede il rilancio del P.O. attraverso la realizzazione delle tre linee assistenziali dei reparti di medicina generale, di cardiologia e di oncologia, assieme alla realizzazione di un polo unico sanitario che prevede i seguenti servizi: Poliambulatorio, Guardia Medica, Centro vaccinale, Servizio igiene, Consultorio familiare, Servizi sociali e Ufficio Multidisciplinare Tirrenica.
 
Giunta e Consiglio Comunale seguiranno passo dopo passo il raggiungimento degli obiettivi prefissati dal Consiglio Comunale.