Gioia: D’Agostino rompe con la Lega

L'ex consigliere provinciale ha aderito a Fratelli d'Italia

Raffaele D'Agostino

Col passare dei giorni si delinea sempre di più il quadro delle liste che andranno a comporre la prossima scheda elettorale per le comunali a Gioia Tauro ed emergono nuovi particolari sulle dinamiche interne dei vari schieramenti.

Uno di questi particolari riguarda il rapporto tra il candidato del centrodestra Raffaele D’Agostino e la Lega.

il buon caffè della Piana il buon caffè della Piana il buon caffè della Piana Ape maia

E’ emerso infatti che l’ex consigliere provinciale lo scorso anno avesse deciso insieme a un gruppo composto da una trentina di persona di aderire al partito guidato da Matteo Salvini.

Il rapporto si è però logorato col passare dei mesi. In particolare la Lega non avrebbe risposto alle sollecitazioni arrivate dal gruppo gioiese per poter utilizzare il simbolo del partito alle prossime amministrative.

A far scattare il malcontento sarebbe stato in particolare l’atteggiamento del coordinatore regionale Furgiuele e di quello provinciale Gullace.

Nel mese di marzo il gruppo guidato da D’Agostino ha deciso quindi di aderire a Fratelli d’Italia.

A raccontare questi particolari è stato Raffale D’Agostino che ha dichiarato a inquietonotizie.it: “vista la grave situazione di stallo e confusione generata dal coordinatore regionale e dal coordinatore provinciale della Lega, un folto gruppo di iscritti e simpatizzanti è stato costretto ad abbandonare la Lega.

Il 6 marzo – ha aggiunto – lo stesso gruppo ha aderito a Fratelli D’Italia. L’auspicio – ha concluso – è che il passaggio possa portare la distensione necessaria per le amministrative a Gioia Tauro e dare una spinta per ottenere un grande risultato alle Europee”.

Si trova in questo momento in una situazione delicata il coordinatore cittadino della Lega Nicola Pulimeni. L’esponente gioiese del partito di Salvini è infatti uno dei maggiori sostenitori della candidatura di Raffaele D’Agostino ma, almeno per il momento, ha deciso di restare nella Lega.

D’Agostino dovrebbe correre sostenuto da due liste di partito. Avrebbe scelto infatti di non presentare liste civiche.