HomePoliticaFlop alle elezioni a Palmi, Trimboli: «Scelta del candidato improponibile, Nesci (FdI)...

Flop alle elezioni a Palmi, Trimboli: «Scelta del candidato improponibile, Nesci (FdI) si assuma la responsabilità e si dimetta»

Pubblicato il

«Dimissioni».

Le chiede a gran voce il circolo Fratelli d’Italia di Palmi, attraverso la voce del suo ex commissario cittadino Aldo Trimboli che, a 10 giorni dall’esito del voto a Palmi, esprime attraverso una nota stampa tutta l’amarezza per una scelta che sin dal primo momento, mesi fa, aveva definito sbagliata. La scelta del candidato a sindaco di centrodestra.

«La clamorosa sconfitta alle comunali di Palmi – si legge nella nota di Fratelli d’Italia – ha messo a nudo il fallimento della scelta del candidato a sindaco del centrodestra e conferma tutte le perplessità e le critiche avanzate da noi, ex circolo fratelli d’Italia di Palmi, fin dalle prime riunioni, rese note anche sulla stampa dal nostro commissario Aldo Trimboli. La candidatura di Giovanni Barone, persona rispettabile, per noi era politicamente improponibile per i tanti punti deboli dovuti ai suoi trascorsi amministrativi contestabili: un assist per gli altri candidati. Era una scelta a perdere».    

Nel mese di gennaio, Trimboli aveva reso pubblica la posizione del partito, dicendo chiaramente che i vertici provinciali non volevano la sua candidatura a sindaco; 24 ore più tardi Denis Nesci, commissario reggino di Fratelli d’Italia, affidava a Bruno Squillaci il coordinamento del circolo di Palmi, sollevando Aldo Trimboli dall’incarico.    

«Il potere, le amicizie trasversali, i vecchi legami politici – prosegue la nota del Circolo – hanno avuto la meglio in modo egoistico, mantenendo gli accordi già preconfezionati alle regionali: niente e nessuno avrebbe potuto cambiare le cose, Barone era il candidato. Non avendo scelta, e soltanto per senso di appartenenza al partito e per disposizioni nazionali, che volevano il centrodestra unito, nonostante noi avessimo messo in campo una candidatura alternativa di Fratelli d’Italia, che non è stata sostenuta dal commissario provinciale, abbiamo dovuto cedere alla candidatura di Barone, ufficializzando il nostro impegno a comporre la lista elettorale in occasione di un incontro col consigliere regionale Giuseppe Neri e lo stesso Barone, i quali erano consapevoli di tutto».

Ma c’è dell’altro, e Trimboli lo dice chiaramente.

«Nesci, commissario provinciale di Fratelli d’Italia, a lista quasi completa (14), ci impone, con l’arroganza di un “padrone”, contro ogni principio di democrazia, di inserire nella lista suoi conoscenti, che nulla c’entravano con Fratelli d’Italia. Una proposta inaccettabile che, ovviamente, è stata respinta con determinazione; infatti, i candidati del circolo si sono tutti ritirati e la gestione del partito è andata nelle mani del commissario provinciale, che ha ottenuto i risultati al di sotto di ogni previsione negativa», spiega nella nota Trimboli.  

Insomma, in casa Fratelli d’Italia, Nesci è un uomo solo al comando, circondato da yes man, per cui, deve assumersi tutte le responsabilità delle sue scelte fallimentari, che non interessano soltanto Palmi ma tutti le competizioni amministrative, svoltesi sotto la sua gestione, nella provincia di Reggio Calabria» – prosegue la nota stampa che poi termina: «Non è più il tempo di inventarsi fantastiche favole per vendere fumo e facendo finta che tutto è a posto o addirittura che la colpa è sempre degli altri. Dimissioni».

Ultimi Articoli

Maltempo, domani allerta meteo arancione sulla Calabria ionica

Previsti temporali e venti di burrasca

San Ferdinando, l’associazione Disìo dona 50 nuovi alberi al Comune per rendere ancora più verde la città

Nei giorni scorsi sono stati piantumati i 50 alberi donati dall’associazione culturale Disìo

Palmi, successo per la 26esima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

Anche AABAC tra le associazioni cittadine promotrici dell'iniziativa

Abusava da anni della figlia minorenne: un arresto nel Vibonese

La vittima delle violenze, poco dopo l'avvio delle indagini, è stata sottratta alla famiglia e collocata in una località protetta.

La Metrocity punta sulla formazione: attivato percorso formativo per i tirocinanti

Il percorso formativo sarà uno strumento in più a disposizione degli uffici di Palazzo Alvaro ed un ulteriore bagaglio professionale per i tirocinanti

San Ferdinando, continuano le celebrazioni per il bicentenario della nascita del paese

Continua il ciclo dei convegni con una riflessione storica sulla fondazione del villaggio e il suo contesto territoriale

Gioia Tauro, grande partecipazione alla fiaccolata in memoria delle donne vittime di violenza

La fiaccolata, partita da palazzo Sant'Ippolito, ha percorso alcune vie del centro concludendosi a piazza Duomo