HomeCronacaBimba di 8 mesi ingoia spilla da balia: salvata dai medici all'Ospedale...

Bimba di 8 mesi ingoia spilla da balia: salvata dai medici all’Ospedale di Polistena

Pubblicato il

Momenti di grande tensione all’Ospedale di Polistena, dove oggi in Pronto Soccorso è arrivata una bimba di appena otto mesi che aveva ingoiato una spilla da balia, salvata grazie alla sinergia tra i medici del Pronto Soccorso, di Radiologia e di Pediatria.

Compresa subito la gravità della situazione, la bimba è stata trasferita d’urgenza in elisoccorso all’Ospedale di Cosenza.

A darne notizia è il Comitato Spontaneo a Tutela della Salute, che in un post su Facebook scrive: «Ci giungono notizie che la bambina adesso sta bene. Siamo davvero felici di poter raccontare la buona sanità che indubbiamente abbiamo nel nostro ospedale. Ringraziamo di cuore tutti gli operatori sanitari che a vario titolo hanno collaborato affinché tutto volgesse al meglio»

Ultimi Articoli

Politiche 2022, ecco chi sono i parlamentari calabresi

Si sono delineate, dunque, le figure politiche che occuperanno le caselle dei 19 posti...

Politiche 2022, Conia (Up) chiede una riflessione nazionale

«Abbiamo il dovere di non disperdere questo grande lavoro fatto sul territorio» ha spiegato...

L’Ordine dei commercialisti di Palmi a confronto su antiriciclaggio e operazioni sospette

Il dibattito è stato organizzato dall'Ordine in collaborazione con Opera Professioni e Sole 24Ore

Nas, la stagione estiva si chiude con 168 controlli e 2 tonnellate di alimenti sequestrati

Elevate sanzioni per un valore complessivo di 130.502mila euro

Nas, la stagione estiva si chiude con 168 controlli e 2 tonnellate di alimenti sequestrati

Elevate sanzioni per un valore complessivo di 130.502mila euro

Incendio auto Rettore Zumbo, Gelardi (Lega): «A lui la mia solidarietà. Continui ad operare bene»

Nota stampa del consigliere regionale di maggioranza

Scovate armi e piantagioni di cannabis a Santa Cristina d’Aspromonte e Oppido Mamertina

I Carabinieri della Compagnia di Palmi unitamente ai Cacciatori “Calabria” hanno rinvenuto due piantagioni di cannabis, diverse armi e munizioni.