Agguato a Rosarno: ucciso un uomo e ferito il figlio

La vittima è il 43enne Antonio Pupo, raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco

0
426

È di un morto ed un ferito il bilancio dell’agguato avvenuto nella tarda serata di ieri a Rosarno.

La vittima si chiamava Antonio Pupo, 43 anni, dipendente della Mct da poco uscito da lavoro; è stato raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco mentre si trovava in macchina con il figlio Michele di 18 anni, rimasto ferito e trasportato in Pronto Soccorso a Gioia Tauro, forse dalla madre.

Le indagini sono affidate ai militari della Compagnia di Gioia Tauro, coordinati dalla Procura della Repubblica di Palmi.

Il corpo di Antonio Pupo è stato trovato dai militari della Compagnia di Gioia Tauro nei pressi del campo sportivo; vano il tentativo di salvargli la vita portandolo al pronto soccorso cittadino: all’arrivo dei Carabinieri il corpo di Antonio Pupo era già privo di vita.

Il figlio Michele, ferito al braccio sinistro e sul dorso, dopo un primo ricovero a Gioia Tauro è stato trasportato prima a Polistena e successivamente all’Ospedale di Reggio Calabria, dove è ricoverato in prognosi riservata.