A San Ferdinando arriva “La spesa sospesa”

L'iniziativa è del CISOM, Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta

0
405

Da sabato è stato esteso anche al comune di San Ferdinando il servizio La Spesa Sospesa ideato dal CISOM, Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, sezione di Rosarno a supporto di chi vive un momento di difficoltà. Un carrello con il simbolo di “La spesa sospesa” è stato posizionato vicino le casse dei maggiori supermercati di San Ferdinando e i cittadini possono lasciarci dentro qualche genere alimentare o di detergenza che sarà distribuito a chi in questo periodo difficile non riesce a permetterselo.

Il comune di San Ferdinando nella persona del Sindaco Tripodi, con il quale è in atto anche la collaborazione per la consegna gratuita di medicinali e alimentari, è stato felicissimo di accogliere la proposta formulata dal Capo Sezione Serena La Torre e di allargare il campo degli interventi in favore della cittadinanza per mitigare gli effetti della prolungata quarantena.

Per l’attuazione del servizio il Cisom – sezione di Rosarno ha accettato di allargare la partecipazione alla sua iniziativa all’ANC Associazione Nazionale Carabinieri, sezione di Gioia Tauro e alla Croce Rossa Italiana, comitato di Gioia Tauro, con i quali già collabora, nell’ottica di una fratellanza di intenti e condivisione di risultati. Da rimarcare anche la disponibilità dell’assessore Loiacono e dell’ingegnere Laruffa per l’organizzazione logistica del servizio e per aver individuato una struttura da adibire a magazzino per la merce raccolta.

Il servizio è svolto già da alcuni giorni a Rosarno con piena partecipazione della cittadinanza rosarnese e degli esercizi commerciali e a San Ferdinando solo nella prima giornata di raccolta si è raggiunto il risultato equivalente a più di un centinaio di euro in prodotti primari.

Il Cisom, Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, sezione di Rosarno, con competenza territoriale su tutti i comuni della Piana, è attivo con le sue iniziative caritatevoli e di carattere sanitario e sociale attualmente nei comuni di Gioia Tauro, Rosarno e San Ferdinando ed è aperto alla partecipazione di tutti i cittadini della Piana.