HomePoliticaA Mirto Crosia la cerimonia di consegna delle borse di studio istituite...

A Mirto Crosia la cerimonia di consegna delle borse di studio istituite dalla Commissione regionale contro la ‘ndrangheta

Pubblicato il

«Si è svolta mercoledì mattina, all’Istituto comprensivo “Crosia Mirto”, l’ultima cerimonia di consegna delle 39 borse di studio istituite dalla Commissione regionale contro il fenomeno della ‘ndrangheta in Calabria, della quale sono stato Presidente, e che oggi è presieduta dal mio collega di partito Pietro Molinaro».

È quanto scrive in una nota stampa il consigliere regionale Giuseppe Gelardi.

«Ho cercato di essere presente alle cerimonie di consegna organizzate in ognuna delle 13 scuole interessate, ma non nego che l’evento di ieri è stato per me particolarmente significativo sotto il profilo emotivo, in quanto in qualche modo esso si potrebbe configurare come una sorta di commiato sostanziale dal mio precedente incarico istituzionale di Presidente di Commissione – prosegue Gelardi – Le borse di studio, da me fortemente volute, sono infatti state istituite per la prima volta nella storia delle Regione poco tempo dopo il mio insediamento».

«Provenendo io dal mondo della scuola – aggiunge Gelardi – ho sempre ritenuto di dover svolgere il compito di Presidente cercando in primis di portare all’esterno, e soprattutto verso i ragazzi, le nuove generazioni, i concetti e le nozioni di cultura della legalità e di lotta alla mentalità mafiosa che la Commissione consiliare regionale rappresenta. Fortunatamente questo mio intento è stato pienamente condiviso da tutti i componenti della Commissione, Amalia Bruni, Antonio Montuoro, Michele Comito, Ferdinando Laghi, Giacomo Crinò, Antonello Talerico che ringrazio e dal neopresidente Pietro Molinaro il quale ha brillantemente condotto la Commissione da quando si è insediato. Ringrazio soprattutto gli studenti calabresi per l’entusiasmo con cui hanno voluto accogliere questa nuova iniziativa ed ancora le scuole, i presidi, i docenti, e tutto il personale scolastico che collaborando pienamente hanno reso possibile questa esperienza».

«Devo ringraziare inoltre il Presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso il quale ha coadiuvato e aiutato la Commissione in questo progetto e il suo Capo di Gabinetto dottor Domenico Macrì. Infine, ma non ultimo, il Presidente Roberto Occhiuto che ha sempre sostenuto questa innovativa iniziativa e l’importanza del lavoro della Commissione contro ‘ndrangheta. Già da qualche mese il mio ruolo istituzionale è cambiato, in quanto sono adesso il Presidente del gruppo politico Lega Salvini Calabria, ma l’impegno per la cultura della legalità, per le nuove generazioni, per una Calabria migliore, rimarrà chiaramente immutato, a prescindere dal ruolo istituzionale», conclude Gelardi.

Ultimi Articoli

Felici & Conflenti, dal 23 luglio la festa di comunità più grande della Calabria dedicata al patrimonio coreutico e musicale

Prime tre giornate tra natura, incontri e formazione. Ospiti di rilievo Mimmo Lucano, Vito Teti, Giuseppe Smorto e Massimiliano Capalbo

I Negramaro chiudono la tappa palmese dell’RDS Summer Festival 2024

Sul palco anche Irama. Piazza I Maggio piena per l'evento musicale

Incendio di Palmi, Arpacal installa un’altra centralina a Taurianova

Il sindaco Biasi ringrazia per la prontezza: «Siamo con i cittadini che chiedono trasparenza per trattare l’allarme senza generare inutili allarmismi»

Oppido, aumento della Tari. L’opposizione insorge in aula: «Inaccettabile la scelta dell’amministrazione»

Il consigliere Margherita Mazzeo critica anche la scelta di nomina di un assessore tecnico esterno

Ue, Denis Nesci: «La scelta su Von Der Leyen coerente con il risultato del 9 giugno»

L'europarlamentare di Fdi: «Il nostro paese è un interlocutore imprescindibile e necessario in ambito europeo»

Taurianova, Biasi: «Tolleranza zero contro i furti d’acqua»

Il sindaco avvisa i cittadini che sono iniziati controlli a tappeto in tutto il territorio per risalire a eventuali allacci irregolari

Esecutivo Regionale Calabria, Nesci: «A Pietropaolo e Calabrese un ruolo di primo piano»

La nota dell'europarlamentare dopo le nuove nomine