Palmi, raccolta rifiuti: dalla solidarietà del sindaco alla Locride Ambiente al mega progetto svanito sulla differenziata

0
105
municipio di palmi
municipio di palmi
«Esprimo la mia massima vicinanza ai dipendenti di Locride Ambiente, che ancora una volta dimostrano grande attaccamento al territorio e grande dedizione al lavoro, e per questo non posso che ringraziarli di cuore».
 
Parole del sindaco di Palmi, Giuseppe Ranuccio, dopo la notizia diramata ieri dai lavoratori della ditta che si occupa di raccolta e smaltimento di rifiuti nel Comune di Palmi, che hanno deciso di autotassarsi nel periodo delle festività, per garantire il normale svolgimento del servizio.
 
«La situazione però desta preoccupazione, non possiamo permetterci un’altra emergenza rifiuti – aggiunge Ranuccio – Questa situazione in cui periodicamente si verificano disservizi, per un motivo o per un altro, non è più sostenibile. A farne le spese sono sempre i cittadini, che si tratti della saturazione degli impianti o di problemi interni alla società. È necessario intervenire subito e con azioni decise e risolutive.
Ribadisco la mia vicinanza ai dipendenti, e mi metto a disposizione di chiunque voglia lavorare per trovare insieme forme di supporto, collaborazione e aiuto per risolvere la situazione».
 
Il tutto avviene proprio a pochi giorni dalla scadenza del contratto semestrale di Locride Ambiente col Comune di Palmi, già prorogato più volte dall’ente. Il Comune di Palmi ha, nei giorni scorsi, pubblicato un bando per il nuovo affidamento del servizio di raccolta di rifiuti; la scadenza del bando, inizialmente, era fissata al 25 Novembre 2021, ma si è reso necessario prorogarla al 13 Dicembre.
 
Il motivo? Il termine per presentare le domande era di soli 22 giorni e non di 35 minimo, come previsto dalla normativa vigente; una delle ditte che avrebbe voluto partecipare alla gara ha così posto un quesito all’ente appaltante, che si è visto costretto a rimodulare le scadenze, fissando al primo dicembre il termine ultimo per presentare i quesiti, e al 13 dicembre quello per presentare le offerte.
 
Intanto non si conosce quale sorta sia toccata al bando che l’amministrazione comunale ha presentato nel luglio del 2020 – e quindi un anno e mezzo fa – che prevedeva un sistema ancora più efficiente di differenziazione dei rifiuti, con annessa isola ecologica e servizio di distribuzione automatica di sacchetti per la differenziata, con punti di ritiro in diverse parti della città.