1500 chilometri in 7 tappe: l’impresa di quattro ciclisti pianigiani che hanno percorso l’Italia pedalando

Il presidente della Asd "Pane e Fantasia" De Raco: «Esperienza fantastica, ricca di passione e gioia»

0
586

Di Giuseppe Mustica – La passione per le due ruote, a volte, fa compiere grandi imprese.

Non parliamo di motociclette, ma di bici. Quelle impugnate da Giuseppe De Raco, Gianluca Valentino, Domenico Fialà e Donato Barbato, partiti dal Friuli Venezia Giulia e arrivati a Taurianova.

1.500 chilometri in 7 tappe, attraversando Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Basilicata prima di approdare in Calabria. Fanno tutti parte dell’Asd “Pane e Fantasia“, associazione sportiva che ha sede proprio nella cittadina della Piana che è stata il punto d’arrivo di questa lunga e sfiancante pedalata.

Un gruppo che in una settimana ha attraversato l’Italia spinto solamente dalla passione e dalla voglia di trascorrere qualche giorno in compagnia. Una follia per i più, ma non per loro, che ogni anno si allenano per poi cercare di alzare l’asticella, mettendo a dura prova fisico e mente. Ma cosa non si fa per quello che ti fa stare bene.

«È stata un’esperienza fantastica – ha spiegato il presidente De Raco alla fine dell’avventura – caratterizzata dalla grandissima voglia di metterci in gioco per capire le nostre potenzialità. Ma soprattutto sono state 7 tappe di passione e gioia. E riuscire nell’intento nei tempi che all’inizio ci eravamo prefissati è stata la nostra più grande soddisfazione».

La scintilla è scattata da Domenico Fialà, residente in Friuli che ha manifestato ai suoi colleghi di bici il desiderio di rientrare a casa sui pedali. Gli altri non si sono fatti pregare e hanno afferrato la sfida al volo. Per un viaggio incredibile che, probabilmente, verrà ripetuto.

Non è la prima volta infatti che l’Asd Pane e Fantasia manda suoi tesserati in giro non solo per l’Italia ma anche per il Mondo. Armati solamente di forza e di una bicicletta che ti fa scoprire le bellezze sparse in giro. Serve coraggio e tanta forza. E questo, però, non è per tutti.