Venerdì scioperano i lavoratori di Locride Ambiente

Protestano per i ritardi nell’erogazione degli stipendi e per il mancato pagamento degli emolumenti di agosto

Riceviamo e pubblichiamo:

Si svolgerà il prossimo 27 settembre lo sciopero dei lavoratori della Locride Ambiente, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nei Comuni di Palmi e Rosarno (RC).

Lo sciopero dei dipendenti è stato indetto dalla Filcams Cgil piana di Gioia Tauro per l’intera giornata.

A motivare la protesta, – spiega Giuseppe Vercelli della Filcams Cgil di Gioia Tauro – “sono i ritardi nell’erogazione degli stipendi e il mancato pagamento degli emolumenti di agosto”.

Ad oggi, continua la nota della Filcams, alcuni lavoratori che prestano servizio nel Comune di Palmi devono ancora ricevere il saldo della busta paga di luglio oltre che la mensilità di agosto maturata ormai da giorni e che deve essere pagata agli addetti di entrambi i Comuni.

Proprio per questo i circa 50 addetti effettueranno un sit-in di protesta di fronte i locali dell’azienda siti nel Comune di Palmi in Località San Leonardo presso la PPM Locride Ambiente Spa.

“I lavoratori – conclude Giuseppe Vercelli – percepiscono, sistematicamente, la corresponsione della retribuzione mensile, con un rilevante ritardo rispetto al termine inderogabile prescritto dal contratto nazionale tanto che per legge agli stessi spetterebbe anche un interesse del 3% in caso di mancata corresponsione entro e non oltre il 15° giorno del mese successivo. Il mancato pagamento delle spettanze ha comportato e continua a comportare numerosissimi disagi e problemi ai dipendenti che non riescono neppure, naturalmente, a lavorare con la massima serenità tenendo in continua apprensione anche le loro famiglie”.